DAATH SHADOW – Crowns for Kings

Pubblicato il 05/09/2010 da
voto
7.0
  • Band: DAATH SHADOW
  • Durata: 00:46:42
  • Disponibile dal: 14/12/2009
  • Etichetta: Osmose Productions
  • Distributore: Audioglobe

Inutile negarlo, l’heavy metal è la musica del demonio e gli svedesi Daath Shadow ce lo ricordano. Per capire quanto una band sia ‘vera’ o devota realmente al male talvolta basta semplicemente ascoltare la musica che propone. Per gli olandesi Daath Shadow non ci sono dubbi: la band è discepola del Male e le note di “Crown For Kings” nascono tutte da una profonda adorazione delle tenebre. Ottimo davvero il lavoro della Osmose Prod. nell’aver messo sotto contratto una band che ritorna alle radici del male e sviscera un black metal che sembra essere uscito dai più biechi insegnamenti della nera scuola degli anni ’80. La fiamma nera che brucia nelle anime dannate dei Daath Shadow la potete ritrovare in altri gruppi svedesi come gli storici Nifelheim oppure nei Watain. Il lavoro di masterizzazione agli Unisound di Dan Swano ha dato i suoi frutti, e più precisamente un sound old style putrescente ed oscuro perfetto per l’eresia profetizzata dai Daath Shadow. La semplicità di esecuzione e di arrangiamento sembra essere l’arma in più di questo gruppo che pensa prima di tutto al concreto, il black metal primordiale infatti non deve avere fronzoli. Non per questo i Daath Shadow rinunciano ad ammantare la propria release di un’atmosfera magica e occulta, dove invocazione delle tenebre e violenza metal si uniscono carnalmente. La ‘cattiveria’ sonora di questo gruppo si può facilmente quantificare nella title track da brivido. Non bisogna credere che il gruppo sia l’ennesimo tentativo andato a vuoto di riesumazione del sound dei primi Celtic Frost. Il sound dei Daath Shadow è tuttavia attuale, moderno, a tratti persino heavy (come negli assoli di chitarra) o sporadicamente thrashy come nella trascinante “Nicolstreet 1888”, brano che mette in mostra tutte le armi in possesso di questi domatori delle tenebre (qui per la verità vicini anche a quanto fatto dagli Impaled Nazarene in passato). Questo per la band olandese è il debutto assoluto, se il buongiorno si vede dal mattino allora è giusto nutrire grandi apsettative nei confronti di questi fautori del Male. “Crown For Kings” è un album vincente, che farà la gioia di chi ama il metal diabolico nella sua veste più sporca.

TRACKLIST

  1. Untitled
  2. The Great Sabbath
  3. Servant of L.C.F
  4. Dominus Diabolus
  5. Crowns For Kings
  6. Veni Omnipotens Aeterne Diabolus
  7. Anthem of Death
  8. Blood of Qayin
  9. For Him
  10. Nicolstreet 1888
  11. Through The Dark Waterfalls
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.