DAMNATION ARMY – Circle Of The Brave

Pubblicato il 01/05/2009 da
voto
5.0
  • Band: DAMNATION ARMY
  • Durata: 00:35:02
  • Disponibile dal: 30/03/2009
  • Etichetta:
  • Mascot Records
  • Distributore: Masterpiece

Spotify:

Apple Music:

Il solo project Damnation Army viene dalla Svezia e su questo era davvero difficile sbagliarsi. “Circle Of The Brave”, già il quarto full length album studio per la band ideata dal tuttofare Thomas Nyholm, ripresenta la solita questione: come giudicare un album che di originale non ha nulla se non (forse) la cover? Ci si dovrebbe basare sull’effettiva qualità delle canzoni, indipendentemente dal fatto che queste siano originali o meno. Allora di questi Damantion Army possiamo dire che vanno consigliati esclusivamente agli inconsolabili nostalgici di album come “The Jester Race” degli In Flames. Metal melodico svedese, dunque, questo è il genere proposto dalla nostra one man band scandinava. Va detto che questo genere, forse più di altri, è stato davvero abusato negli ultimi anni e riproposto alla nausea, ed è dunque lecito chiedersi cosa possa dire un album come “Circle Of The Brave” che non sia già stato più volte ribadito. Purtroppo per i Damantion Army, la loro ispirazione non arriva ai livelli dei migliori In Flames, bensì a quelli poco lucidi del periodo “Colony”-“Clayman”. Le armonizzazioni dei Damantion Army sono davvero minime, le ritmiche un po’ più pesanti provano ad avvicinarsi a quelle dei più pacati Hypocrisy, ma il tentativo non riesce benissimo perché il groove non è assolutamente all’altezza. In questa release si punta poco sulla violenza, molto sulle ritmiche e un po’ su semplici melodie: troppo poco per impressionare nel 2009. Al di là dell’assoluta mancanza di idee originali, anche la qualità non è eccelsa e al giorno d’oggi l’utilità di una band come questa sembra davvero dubbia. In passato, ai tempi d’oro, c’erano tante band che suonavano questo genere senza metterci un pizzico d’originalità (tipo Night In Gales) eppure i loro lavori erano su un livello qualitativo elevato indiscutibile. Qui siamo lontani anni luce, e non solo perché sono trascorsi più di dieci anni…

TRACKLIST

  1. Resurrect My Demon
  2. 999 Devils Descent
  3. Last Breath
  4. Angels Of The Underworld
  5. Dark Ones Misery
  6. Manipulated Dream Design
  7. Upon The Bleeding Horns
  8. I
  9. Pha-Luteria
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.