DARK FOREST – Dark Forest

Pubblicato il 21/05/2009 da
voto
6.5
  • Band: DARK FOREST
  • Durata: 00:49:29
  • Disponibile dal: 30/01/2009
  • Etichetta: Eyes Like Snow
  • Distributore: Masterpiece

Ascoltando il debutto degli inglesi Dark Forest non si può far altro che ricondurre i propri pensieri ai gloriosi anni ottanta, dove l’heavy più classico ha raggiunto l’apice dello splendore e della notorietà. Chitarra, basso e batteria sono i semplici ingredienti che compongono la ricetta sonora dei quattro inglesi, che nei cinquanta minuti a loro disposizione prediligono tempi medio-veloci dove le chitarre giocano un ruolo determinante nella costruzione dei brani, alternando riff di classica derivazione maideniana a melodie semplici e ben riuscite. Determinante – nel bene e nel male – l’apporto di Christian Horton, attualmente in forze anche negli storici Cloven Hoof: se da un lato il suo contributo alla sei corde risulta quantomeno apprezzabile, dall’altro la propria ugola è di quelle che si amano o si odiano senza mezze misure. Il frontman non sempre riesce a conferire la carica ed il carisma necessario a far decollare le canzoni, facendosi apprezzare maggiormente per la particolare timbrica della voce che dona un’identità precisa al lavoro e alla band. Ben riuscite ed integrate la backing vocals del giovanissimo batterista Adam Sidaway, che contribuiscono a donare un po’ di mordente ed aggressività alle composizioni. Le tracce scorrono senza problemi e si fanno apprezzare senza indugio alcuno sin dai primi ascolti: l’impatto dei riff in “The Battle Of Badon Hill” e “Pipes Of Pan”, i ritmi sostenuti di “Fear Dearg” e “Excalibur” e la cavalcata “Fight For Metal” sono episodi convincenti, carichi di energia e godibili anche se totalmente ancorati a stilemi di oltre vent’anni fa (a voi giudicare se sia un bene o un male). Se da un lato le parti strumentali e la costruzione delle canzoni risultano convincenti, dall’altro è da evidenziare qualche melodia eccessivamente stucchevole e qualche ritornello non troppo riuscito che inevitabilmente fanno perdere mordente alle composizioni. La produzione è perfettamente allineata con la proposta e risulta apprezzabile nella sua classicità: un suono più robusto e potente avrebbe sicuramente giovato all’impatto dei brani ma, considerato il risultato finale, si può tranquillamente soprassedere. Come avrete ben intuito da quanto esposto in queste righe, se riuscirete a superare lo scoglio della voce di Christian vi troverete tra le mani un lavoro onesto e sincero che, se vogliamo dirla tutta, sarebbe alquanto difficile da trovare negli ultimi tempi. Per tutti gli amanti delle sonorità più classiche un ascolto è quanto meno obbligato!

TRACKLIST

  1. The Battle of Badon Hill
  2. Pipes of Pan
  3. The Wizard Of Alderley Edge
  4. Dyed in Crimson
  5. Excalibur
  6. Hollow Hills
  7. Fear Dearg
  8. The Wrekin Giant
  9. Fight for Metal
  10. Dark Forest
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.