DARK QUARTERER – The Etruscan Prophecy

Pubblicato il 18/11/2008 da
voto
8.0
  • Band: DARK QUARTERER
  • Durata: 00:38:06
  • Disponibile dal: 18/11/2008
  • Etichetta: Cobra Records
  • Distributore:

“The Etruscan Prophecy” ad oggi è indubbiamente l’album più ricordato dei Dark Quarterer, il lavoro che si richiama ogni qual volta che in un qualsiasi discorso fra appassionati viene tirata in ballo la band di Piombino. Questo disco è circondato da un alone di leggenda, un disco di culto che, uscito nel lontano 1988, è stato fortunatamente ristampato per permettere anche a chi no possiede un giradischi di apprezzare le sublimi composizioni di Nepi e company. Ai tempi della sua release si parlò di epic-progressive, definizione più che azzeccata che accentua a dovere la componente metal di brani come l’opener “Retributioner” con episodi più complessi, lenti, cadenzati e maestosi come la superba title track. “The Etruscan Prophecy” colpisce infatti per l’epicità trasudante nelle linee vocali, strofe e refrain sono quanto di più maestoso si sia mai sentito nella scena metal italiana in quegli anni, ed un altrettanto brillante Fulberto Serena ci ammalia grazie a riff ed assoli che potrebbero aver causato l’invidia di molte metal band inglesi. I musicisti, nel proporre un sound tutto loro, lasciano trasparire influenze ed atmosfere che richiamano i primi Black Sabbath o gli Angel Witch, qui impreziosite dalla spiccate strutture progressive capaci di far trascorrere oltre dieci minuti di canzone senza annoiarsi. In soli trentotto minuti, i Dark Quarterer sono riusciti a creare un capolavoro, ancora “acerbo” e maggiormente metal-oriented rispetto all’ultimo “Symbols”, ma più sognante ed evocativo. Come per il disco d’esordio, “The Etruscan Prophecy” gode di una produzione essenziale ed ipnotica, che trasforma gli arpeggi di “Devil Stroke” in litanie di un mondo lontano e fantastico. Vent’anni fa venne scritto un capolavoro che ancora oggi non ha perso nulla della sua forza ed ispirazione. “the Etruscan Prophecy” ha trasformato i Dark Quarterer in una band di culto, che ancora oggi è attiva e ci regala della musica memorabile.

TRACKLIST

  1. Retributioner
  2. Piercing Hail
  3. The Etruscan Prophecy
  4. Devil Stroke
  5. The Last Hope
  6. Angels of Mine
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.