DARKANE – Layers Of Lies

Pubblicato il 28/06/2005 da
voto
8.0
  • Band: DARKANE
  • Durata: 00:42:57
  • Disponibile dal: 27/06/2005
  • Etichetta: Nuclear Blast
  • Distributore: Audioglobe

Streaming:

Volendo venire subito al sodo, si può dire che i Darkane non avrebbero potuto dare all’ottimo “Expanding Senses” un seguito migliore di questo “Layers Of Lies”! Il quarto album della band svedese è infatti l’ennesimo esempio della sua grandissima bravura, un concentrato di sopraffino thrash-death metal moderno e iper tecnico, estremamente variegato e coinvolgente, manna dal cielo per chiunque si definisca fan di Strapping Young Lad, Meshuggah, Death e Watchtower! Il gruppo di Helsingborg si è davvero superato con questa nuova opera, riuscendo in più occasioni ad avvicinarsi alle inarrivabili vette compositive dell’ormai mitico debut “Rusted Angel”. Infatti, coloro che stravedono per il primo lavoro dei Darkane saranno lieti di apprendere che in “Layers Of Lies” sarà possibile rintracciare le stesse atmosfere apocalittiche tipiche di quel disco nonché il medesimo approccio tecnico e thrashy proprio di vecchi brani-capolavoro quali “Convicted” o “Bound”. Si può affermare che con “Layers Of Lies” il quintetto abbia cercato di riavvicinarsi allo stile degli esordi, senza però accantonare del tutto quei ritornelli e quelle melodie immediate (per i suoi canoni, naturalmente) che avevano fatto la loro comparsa nel precedente album. Ne è venuto fuori un disco veramente cattivo ed estremo, ma non di difficilissima assimilazione: parti lineari e pesantissime vanno infatti a braccetto con gli assoli contortissimi della coppia d’asce Malmstrom/Ideberg, l’allucinante drumming di Peter Wildoer sa spesso farsi da parte per lasciar spazio alle istrioniche vocals di Andreas Sydow… in pratica si ha a che fare con una manciata di vere canzoni, non con uno sterile sfoggio di tecnica. L’album offre il meglio all’altezza di “Organic Canvas”, “Godforsaken Universe”, “Contaminated” e “The Creation Insane” però chi scrive ci tiene a sottolineare che l’intera tracklist risulta assai completa e longeva, certamente la più competitiva della storia del gruppo dopo quella del succitato “Rusted Angel”. Ora, dopo aver confezionato quattro album mediamente più che convincenti su quattro, in tutta onestà non sappiamo che cosa debbano ancora fare i Darkane per raggiungere la fama che meritano: ci sono band dotate della metà del loro talento che sono sulla bocca di tutti mentre loro – pur essendo da sempre dei songwriter originali e preparati – continuano a vivacchiare in un limbo posto tra underground e “overground”. Il sottoscritto non può far altro che augurarsi che questo eccezionale “Layers Of Lies” desti finalmente l’interesse di certe frange di fan perché la situazione attuale è semplicemente assurda: se al giorno d’oggi c’è un gruppo thrash-death che ha davvero qualcosa da dire, questo si chiama Darkane!

TRACKLIST

  1. Amnesia of the Wildoerian Apocalypse
  2. Secondary Effects
  3. Organic Canvas
  4. Fading Dimensions
  5. Layers Of Lies
  6. Godforsaken Universe
  7. Klastrophobic Hibernation
  8. Vision of Degradation
  9. Contaminated
  10. Maelstrom Crisis
  11. Decadent Messiah
  12. The Creation Insane
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.