DARKTHRONE – The Cult Is Alive

Pubblicato il 21/03/2006 da
voto
7.5
  • Band: DARKTHRONE
  • Durata: 00:38:50
  • Disponibile dal: 01/03/2006
  • Etichetta: Peaceville
  • Distributore: Halidon

“The Cult Is Alive” è l’uscita più importante dell’anno in campo black metal senza ombra di dubbio per il ‘semplice’ motivo che gli autori sono coloro che hanno fatto nascere questo genere assieme ai connazionali Mayhem, ovvero i Darkthrone. “The Cult Is Alive” è anche il titolo che ben si presta alla forma della band norvegese, decisamente rigeneratasi da qualche anno a questa parte. Già con il valido “Sardonic Wrath” i Darkthrone avevano dato un senso alla loro ultima parte di carriera sfoderando un album buono dopo qualche più che preoccupante battuta a vuoto, ora i sovrani del black sono tornati alla grande. Inutile pretendere, nel 2006, di risentire un “Under A Funeral Moon”, ora i Darkthrone sono cambiati e per nostra fortuna cercano comunque di restare fedeli agli schemi da loro stessi creati, ma aggiungendo un tocco di spontaneità e all’occorenza di diversità, proprio come è accaduto per questa release. Black ‘n roll si potrebbe chiamare lo stile di questo CD registrato veramente bene con i classici suoni che hanno reso celebri i Darkthrone. Nel nuovo CD troverete persino assoli di chitarra molto rockeggianti e che non si sentivano da un decennio in casa Darkthrone, ritmi che scatenano un headbanging spontaneo ed irresistibile, brani come “Graveyard Slut” o “Whisky Funeral” che meriterebbero di essere suonati dal vivo tanta è la carica che possiedono e che possono sprigionare. I Darkthrone non sono gli Iron Maiden del black metal, incapaci di discostarsi di una virgola dal loro stile, i Darkthrone ci mettono sempre qualcosa di leggermente diverso, ma sempre di black metal si tratta. Ovvio che gli anni d’oro ed estremi della band sono tramontati, ma in questa ‘nuova’ versione la band non dispiace affatto. Sempre e comunque padri del black metal!

TRACKLIST

  1. The Cult Of Goliath
  2. Too Old, Too Cold
  3. Atomic Coming
  4. Graveyard Slut (Fenriz on Vocals)
  5. Underdogs And Overlords
  6. Whisky Funeral
  7. De Underjordiske (Aelia Capitolina)
  8. Tyster På Gud
  9. Shut Up
  10. Forebyggende Krig
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.