DAVID READMAN – David Readman

Pubblicato il 09/10/2007 da
voto
7.0
  • Band: DAVID READMAN
  • Durata: 00:56:29
  • Disponibile dal: 31/08/2007
  • Etichetta: Frontiers
  • Distributore: Frontiers

Anche David Readman, carismatico frontman dei rocker tedeschi Pink Cream 69, si affaccia sul mondo dei progetti solisti, e lo fa con l’album intitolato a suo nome, patrocinato dalla inarrestabile Frontiers Records, ormai più che presente in ogni lavoro di qualità che abbia qualche legame con il rock melodico. E proprio di hard rock melodico parliamo nel caso di questo lavoro, che già dai primi responsi di pubblico non ha mancato di stupire più di un addetto ai lavori. La combinazione di parti più marcate e hard con una serie infinita di melodie una più azzeccata dell’altra sembra essere il vero punto di forza dell’album, che con sorpresa ci consegna un David Readman ottimo cantante (e questo lo sapevamo), chitarrista e tastierista. Insieme a lui, una squadra di musicisti di prim’ordine, su tutti il richiestissimo Tommy Denander alla chitarra e Gunter Verno alle tastiere: un dream-team che, sotto le direttive di Readman stesso e del produttore Dennis Ward (anche bassista dei Pink Cream 69), ci consegna dodici divertenti gioielli, uno più curato dell’altro. L’opener “Without You” apre le danze in modo eccellente, dimostrandosi tuttavia il pezzo più canonico dell’intero album: melodia semplice di chitarra in apertura, una strofa semplice ed affascinante ed un ritornello che sembra riportarci indietro di quindici anni, come minimo. Dalla muscolosa “Evil Combination” in poi le cose si cominciano a fare sul serio: David ha fatto tesoro delle astuzie apprese in anni passati con i Pink Cream 69 (in cui, lo ricordiamo, entrò in sostituzione di Andi Deris, fuggitivo verso lidi ‘Helloween-ici’) e della piccola parentesi con i ben più heavy Adagio, da cui sembra aver mutuato la capacità di intrecciare melodia ed aggressività. L’album sembra un susseguirsi di potenziali hit single, dalla americana “Take Thes Years”, alla hard rock oriented “Wild In The City”, costellata di assoli shred figli di Malmsteen & Co, fino alla ruffiana e tedesca “Don’t Let It Slip Away”, di cui potrete trovare il video proprio come ‘bonus multimedia video track’ nel CD. La sensazione di non essere stati per una volta presi in giro si fa sempre più piacevole durante l’ascolto del CD, quando constatiamo la totale assenza di filler, i pezzi messi per fare numero, che costellano le discografie del 90% degli artisti. Le due perle poste in chiusura completano perfettamente il cerchio: la americanissima “Over The Ocean”, con quella stupenda chitarra acustica in bella vista, è un piacere per ogni apparato uditivo, seguita a ruota dalla cinematografica “Love In Vain”, amara e al tempo stesso confortante. Un album come questo, pur senza picchi particolari (verso l’altro come verso il basso), ci intrattiene per una bella oretta, facendoci re-innamorare di questa musica e lasciandoci una certa voglia di esplorare la discografia di Readman con gli altri suoi progetti, di riascoltare il recente “In10sity” della sua band madre, per esempio. Un ciclone, quest’uomo.

TRACKLIST

  1. Without You
  2. Evil Combination
  3. Take These Years
  4. Don't Let It Slip Away
  5. No Peace For The Wicked
  6. Long Way To Heaven
  7. Wild In The City
  8. Gentle Touch
  9. Prisoner Of Shame
  10. New Messia
  11. Over The Ocean
  12. Love In Vain
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.