DAWN OF DISEASE – Crypts Of The Unrotten

Pubblicato il 13/07/2012 da
voto
6.5
  • Band: DAWN OF DISEASE
  • Durata: 00:46:37
  • Disponibile dal: 27/04/2012
  • Etichetta: Noiseart Records
  • Distributore:

Un’intro melodica, che lasciava intendere tutt’altro tipo di sound, cede il passo ad un death metal roccioso, quadrato e groovy, dal suono grasso e viscoso, completato da un cantato à la Mike Di Salvo (misto John Tardy) e reso fruibile da qualche soluzione melodica come avviene nei ritornelli, adatti a far esplodere e sfogare la tensione: “Enter The Gates” ne è buon esempio (anche se, va detto, si ravvisa una certa convenzionalità nell’applicazione di questa soluzione). Avrete probabilmente afferrato l’accezione del death metal, piuttosto moderna, in questo disco, nel quale troverete anche qualche richiamo concettuale all’hardcore nelle ritmiche e nell’accompagnamento, tanto che nei momenti più accelerati si lambisce il grind. Al di là della classica diatriba da inclinazione verso uno stile piuttosto che un altro, possiamo quindi affermare che la proposta musicale dei Dawn Of Disease, anche se inquadrabile in un genere preciso, presenta delle venature tali da renderla sufficientemente variegata, aspetto che contrasta almeno parzialmente la staticità dovuta al carattere monolitico di “Crypts Of The Unrotten”. È questo, probabilmente, l’unico aspetto di tutto l’album che richiederebbe un intervento più immediato: riteniamo, infatti, che la formula compositiva andrebbe variata un po’ di più per conferire all’ascolto un carattere più organico, come parrebbero confermare certi cambi ritmici azzeccati in pezzi come “Final Resurrection” e ”But Death Goes On”, assai più tirati della media del disco. In generale, dunque, possiamo parlare di un disco piacevole, cui però abbassiamo di mezzo punto il voto perché abbiamo la sensazione che si potrebbe fare qualcosa in più per calibrare meglio il songwriting.

PS: Quella che abbiamo recensito è l’edizione limitata di “Crypts Of The Unrotten”, comprensiva della bonus track “Soulles Shape”, del tutto in linea con la cifra stilistica degli altri pezzi, benché maggiormente accelerata.

TRACKLIST

  1. Descent Into Another World (Intro)
  2. Alone With The Dead
  3. Knife V.s Flesh
  4. The Unrotten
  5. Skinless And Impaled
  6. Enter The Gates
  7. Calcined Bones
  8. Catacombs
  9. Final Resurrection
  10. Devouring Obscurity
  11. But Death Goes On
  12. Soulless Shape (Bonus Track)
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.