DAWN OF SOLACE – Flames Of Perdition

Pubblicato il 24/01/2022 da
voto
6.0
  • Band: DAWN OF SOLACE
  • Durata: 00:49:08
  • Disponibile dal: 28/01/2022
  • Etichetta:
  • Noble Demon Records

Spotify:

Apple Music:

Esattamente un anno fa, Tuomas Saukkonen aveva dato alla luce il secondo album della sua creatura Dawn Of Solace, “Waves”, a ben quattordici anni dall’esordio “The Darkness” e, quindi, non ci si sarebbe aspettati un ritorno a breve distanza; invece, inaspettatamente, il nuovo “Flames Of Perdition” è già realtà. Cosa ha spinto il finlandese a tornare in studio così velocemente? La risposta è scontata: la pandemia che, come in molti altri casi, si è rivelata il propellente necessario per spingere musicisti a scrivere molta più musica di quanta non ne avrebbero scritta senza tutto questo tempo libero e, soprattutto per un progetto come questo che trae ispirazione dagli stati d’animo più oscuri, ha fornito materiale per addentrarsi ancora di più nei meandri di questa oscurità.
Essendo nato in un lasso temporale così breve da “Waves”, non stupisce che questo “Flames Of Perdition” gli somigli: ancora una volta non c’è traccia del death metal melodico degli inizi, ma ci si muove su coordinate gothic/doom con evidenti influenze tra i mostri sacri del genere, ossia Katatonia, Paradise Lost e Swallow The Sun, riletti in modo abbastanza pedissequo. E non tutto funziona: i pezzi scorrono senza momenti particolari da ricordare, eccetto qualche frangente in cui l’intensità cresce (“Dying Light” e “Event Horizon” svettano su tutto il resto), giocando come sempre sui chiaroscuri che in questo filone sono d’obbligo, ma molto più spesso manca la drammaticità necessaria a generare scossoni emotivi; la voce è affidata nuovamente a Mikko Heikkilä, che si rivela un interprete buono ma piuttosto monocorde, e ciò non contribuisce ad imprimere una svolta rilevante.
Ci si aspettava che i Dawn Of Solace facessero finalmente il passo in avanti decisivo, ma neanche questa è la volta buona, perché purtroppo luci ed ombre non sono solo a livello musicale, ma anche a livello qualitativo; non un album totalmente negativo, semplicemente, dopo qualche ascolto ci si rende conto che ben poco è rimasto impresso.

TRACKLIST

  1. White Noise
  2. Erase
  3. Flames Of Perdition
  4. Dying Light
  5. Event Horizon
  6. Black Shores
  7. Skyline
  8. Serenity
  9. Lead Wings (Bonus Track)
  10. Dead Air (Bonus Track)
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.