DEAD EYED SLEEPER – Through Forests Of Nonentities

Pubblicato il 10/08/2009 da
voto
7.0
  • Band: DEAD EYED SLEEPER
  • Durata: 00:42:17
  • Disponibile dal: 15/05/2009
  • Etichetta: Supreme Chaos Records
  • Distributore:

Streaming:

Composto e registrato nel 2008, vede solo ora la luce questo “Through Forests Of Nonentities”, secondo album per i tedeschi Dead Eyed Sleeper, interessantissimo combo techno-death metal formato dai chitarristi Stephan Wandernoth (che suona il basso negli Ahab) e Peter Eifflaender, dal poliedrico batterista Cornelius Althammer (anch’egli negli Ahab), dal bassista Thomas Amann e dal già noto vocalist Sam Anetzberger, frontman dei Fragments Of Unbecoming. Il prodotto in questione, purtroppo senza distribuzione ufficiale in suolo italico, ha tutti i crismi per divenire, magari col tempo, oggetto di culto per gli appassionati di techno-death: tutto pare al posto giusto in questo disco, a partire dall’artwork superbo di Sascha Ehrich e dai testi concettuali, fino a giungere ovviamente alla musica, assoluto fulcro-motore della creatura Dead Eyed Sleeper. I punti di riferimento per chi suona techno-death di marca prog, si sa, sono più o meno i soliti, dai Death ai Pestilence, dagli Atheist ai Cynic, ma in questa sede ci pare giusto aggiungere anche qualche nome più recente, come Necrophagist e Anata. I DES, però, non sono tutta tecnica e basta e non propongono strutture complesse per il semplice gusto dello strabiliare, infatti non si risparmiano nelle soluzioni più a largo raggio, tramite sezioni melodiche e acustiche, parti che richiamano spunti jazz e anche attraverso due strumentali (“Metamorphine” e “Outstripping The Meander”) sostenute da arrangiamenti di violino e violoncello davvero ispirati. Ovvio, la preponderanza della matrice death del suono dei Dead Eyed Sleeper è chiara al 100%, così come le pur mutevoli vocals di Anetzberger sono saldamente ancorate ad un retaggio estremo: però, come già precisato, la band cerca sempre di rendere piacevole la propria proposta, riuscendo nell’impresa di non divenire indigeribile dopo quattro pezzi. “Eye Am Glowing Pulse”, un brano che risale addirittura al 1997, riassume bene le caratteristiche del gruppo, ma anche “Cage Of Immaturity”, “The Sleep” e soprattutto “Enigmatic Conniption” elevano di parecchio la media qualitativa del lavoro, già piuttosto alta. Restano un pelo freddi, i DES, ma probabilmente già con il prossimo album sapranno catalizzare ancora maggiore attenzione! Per i techno-deathsters più incalliti, “Through Forests Of Nonentities” è praticamente un ascolto obbligatorio.

TRACKLIST

  1. Of Wires And Lenses
  2. Cage Of Immaturity
  3. The Savage Plague
  4. Metamorphine
  5. Eye Am Glowing Pulse
  6. The Sleep
  7. Enigmatic Conniption
  8. The Dead Eyed Sleeper Pt. I – The Undercurrent
  9. Outstripping The Meander
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.