DEADTHRONE – Premonitions

Pubblicato il 27/09/2019 da
voto
7.0
  • Band: DEADTHRONE
  • Durata: 00:44:03
  • Disponibile dal: 23/08/2019
  • Etichetta: Arising Empire
  • Distributore: Warner Bros

Streaming:

I ragazzi della terra d’Albione hanno cominciato a far parlare di sé nel circuito locale nel recente periodo, ovvero dalla loro formazione nel 2016, con la pubblicazione dell’EP “To Hell And Back”, in cui i Nostri si presentavano come una ideale commistione di Northlane e Architects, con ritmiche serrate, le solite bordate ‘in your face’, i ritornelli zuccherini e, ovviamente, anche con in look giusto, arrivando in poco tempo ad accumulare oltre un milione di visualizzazioni su Youtube per il loro singolo “Our Legacy”, una cifra considerevolissima per una band agli esordi, ed ancor di più all’interno di questo genere.
Con questi numeri era inevitabile il salto di categoria, ed oggi, tre anni dopo e con un contratto strappato alla tedesca Arising Empire, una succursale del gigante Nuclear Blast, la compagine di Manchester sembra aver mantenuto quanto di buono era stato fatto vedere agli esordi, andando a proporre un dischetto di melodic metalcore di pregevole fattura, senza troppe pretese, ma comunque davvero ficcante ed easy, che sicuramente li aiuterà a proseguire la propria ascesa verticale. Ogni cosa è al posto giusto, dai riffoni ultrapompati, al binomio scream ferino/vocalizzi angelici proposto da Chris Bisette e James Bolton, rispettivamente frontman e chitarrista del gruppo, che risultano abbastanza complementari all’economia dei pezzi, tessendo un ricco tappeto di linee vocali che risulta funzionale e raramente indigesto, il tutto coadiuvato da una pletora d’inserti di elettronica che danno una lucidata al prodotto finale, rendendolo una bomba commerciale. Abbiamo dei singoli assolutamente inattaccabili quali la rocciosa “Revival”, che attacca immediatamente alla gola e va via via declinandosi su di un ritornello energetico e dal buon mordente, oppure ancora la splendida “Time Won’t Wait”, che ci porta alla mente i Bring Me The Horizon di qualche anno fa, grazie a delle melodie ricercate e molto ben architettate che sanno farci sognare, anche col progredire degli ascolti. Va detto che che, sulla lunga distanza, alcune tracce tendono a perdere in elasticità e mordente, soprattutto in chiusura, non andando ad inficiare un lavoro comunque più che valido. Se siete degli estimatori di questo tipo di sonorità, e se avete già consumato i dischi delle band di riferimento, vi consigliamo di dare un ascolto ai ragazzi inglesi, i quali si sono dimostrati finora come un gruppo da non perdere assolutamente di vista.

TRACKLIST

  1. Feel
  2. Runaway
  3. Revival
  4. Time Won’t Wait
  5. Wide Awake
  6. Believe
  7. Hearts In Our Hands
  8. Stand Your Ground
  9. Respite
  10. Soothsayer
  11. Beacons
  12. Seven Years
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.