DEATH ANGEL – Killing Season

Pubblicato il 22/04/2008 da
voto
7.5
  • Band: DEATH ANGEL
  • Durata: 00:47:01
  • Disponibile dal: 29/02/2008
  • Etichetta: Nuclear Blast
  • Distributore: Audioglobe
Sarebbe stato utile un altro album simile al precedente? Pensiamo di no. “The Art Of Dying” era l’album giusto per il ritorno, per riprendere confidenza con la scena, per dimostrare a tutti gli addetti ai lavori che i Death Angel erano vivi e capaci di devastare i palchi di mezzo mondo anche con delle nuove composizioni. Questo nuovo “Killing Season” li vede alla prova varietà. Meno violenza thrash in generale e tante soluzioni che vanno ad impreziosire l’ottima qualità media delle canzoni, dando forma ad un album ispirato e variegato. “Lord Of Hate” rende subito l’idea del cambio di marcia della band americana. Mark Osegueda, cantante, è protagonista di un’ottima prova. L’opener del disco è una cavalcata thrash, sostenuta e contornata dagli assoli di chitarra taglienti a firma Cavestany. “Sonic Beatdown” è fra le canzoni migliori del disco. Riff di chitarra aspri fin da subito e beat incalzante di Andy Galeon. Ottimo il coro, davvero potente, che permette di rifiatare dal ritmo tirato della song. Buona anche “Dethroned”, che alterna parti thrash a parti più lente, melodiche e cadenzate, con tanto di chitarra acustica. “Carnival Justice” è song cattiva e arrabbiata dall’inizio alla fine, fra le più aggressive dell’album. “Buried Alive” è di nuovo incentrata sulla voce del singer e sui cori della band: ritmo blando, c’è modo di apprezzare quindi la precisione dei riff graffianti alternati alle melodie nel ritornello. Notevole anche la a tratti ballad “Resurrection Machine”, un’altra song potente, a dispetto delle tante melodie che la infarciscono. Potremmo citarle tutte, tanto sono belle e variegate le undici canzoni che compongono questa stagione degli omicidi. Dopo tanti album thrash ortodossi, è un piacere ascoltare di nuovo i Death Angel, una band che si è sempre contraddistinta in questo filone, rimanendo sempre però su livelli qualitativi elevati.

TRACKLIST

  1. Lord of Hate
  2. Sonic Beatdown
  3. Dethroned
  4. Carnival Justice
  5. Buried Alive
  6. Soulless
  7. The Noose
  8. When Worlds Collide
  9. God vs God
  10. Steal the Crown
  11. Resurrection Machine
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.