DEATHLESS LEGACY – Dance With Devils

Pubblicato il 25/01/2017 da
voto
7.0
  • Band: DEATHLESS LEGACY
  • Durata: 00:52:00
  • Disponibile dal: 27/01/2017
  • Etichetta: Scarlet Records
  • Distributore: Audioglobe

È trascorso poco meno di un anno da quando i Deathless Legacy pubblicavano il loro secondo album, “The Gathering”, ma ecco che già la band è pronta a rilasciare un nuovo disco, intitolato “Dance With Devils”. Rispetto al precedente lavoro, non si riscontrano grossi cambiamenti, bensì piuttosto una certa continuità, benché adesso il gruppo toscano sembri aver raggiunto una maggiore omogeneità sia a livello stilistico, con un sound ormai ben delineato, sia a livello compositivo, dato che “The Gathering” appariva in tal senso un po’ dispersivo riguardo alle tematiche trattate. A tal proposito, la band ha optato stavolta per una sorta di concept, nel quale i brani sono fondamentalmente dedicati alle streghe, mettendo dentro tutto quanto le possa riguardare, tra racconti, sabba e rituali magici, una scelta che si pone senz’altro in linea con l’idea di musica horror che i Deathless Legacy intendono perseguire e che si concretizza, del resto, anche sotto l’aspetto visivo e d’immagine, molto curato dalla band che compare truccata e abbigliata a tema. Molto presenti le tastiere di Pater Blaurot (ovvero Alessio Lucatti), che anche stavolta privilegia sonorità tipiche dell’organo, tali da conferire ai brani un’atmosfera solenne e sinistra allo stesso tempo, anche se va detto che talvolta questi prova ad introdurre un sound più moderno (ad esempio in brani come “Heresy” e “Devilborn”). Ottima, ancora una volta, la performance della singer, in grado di tirar fuori momenti che riescono ad essere, all’occorrenza, molto teatrali, sinistri o aggressivi. In generale, i brani sono comunque abbastanza orecchiabili e si distinguono in modo particolare, per i propri refrain accattivanti, tracce quali “Join The Sabbath”, “Witches’ Brew”, “The Black Oak” e “Lucifer”. Molto gradevole, poi, il flavour settantiano di “Creatures Of The Night”, mentre con “Curse Of The Waltz” la band inserisce anche temi mutuati dalla musica classica. Insomma, anche se è passato davvero poco tempo dalla pubblicazione di “The Gathering”, i Deathless Legacy hanno dimostrato di avere le idee molto chiare sul da farsi per realizzarne un buon seguito, ottenendo risultati apprezzabili.

TRACKLIST

  1. Dance With Devils
  2. Join The Sabbath
  3. Heresy
  4. Witches' Brew
  5. Headless Horseman
  6. The Black Oak
  7. Lucifer
  8. Voivode
  9. Curse The Waltz
  10. Devilborn
  11. Creatures Of The Night
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.