DEATHRAISER – Violent Aggression

Pubblicato il 29/09/2011 da
voto
6.5
  • Band: DEATHRAISER
  • Durata: 00:27:06
  • Disponibile dal: 14/09/2011
  • Etichetta: Xtreem Music
  • Distributore:

Noti fino al 2009 come Mercilless, i brasiliani Deathraiser sono dei giovanotti che devono aver scoperto nella soffitta delle loro abitazioni i dischi di Sarcofago e primi Sepultura, oscuro retaggio dei loro genitori. Eccoli quindi insieme cercando di rinverdire i fasti di un tempo del Brasile in ambito thrash metal, quando i Sepultura erano ancora un valido gruppo che dava scuola a molti. Con l’occhio e le orecchie, rivolte al passato, quindi, i Deathraiser propongono nel loro esordio un thrash metal molto veloce, basilare, frenetico, registrato con suoni grezzi il giusto. È il disco d’esordio dei ragazzi che hanno scelto l’attitudine come mezzo espressivo principe. Al diavolo un minimo di fantasia nei testi – dal nome del gruppo, al titolo dell’album, passando per quelli delle canzoni – e anche i tecnicismi che potrebbero distorcere la volontà dei Nostri di essere nudi e crudi. Non ha importanza quindi se la batteria è la stessa dall’inizio alla fine, ha un solo intercalare e spesso si perde qualche colpo. Cosa importa se poi i brani – un riff e giù a picchiare di batteria per un paio di minuti – sono tutti adrenalinici, dall’iniziale titletrack passando per  l’ottima “Annihilation Of Masses”, con un break centrale molto indovinato prima di una rapida ripartenza verso il frenetico finale? Piace parecchio anche “Killing The World”, dove addirittura c’è un duetto chitarristico in sede di soli alla sei corde. Sono così i brani dei nostri, molto improntati all’old school  – anche nei suoni – e al minimalismo tecnico. Se in alcune parti ricordano addirittura i Kreator (epoca “Flag Of Hate”), in altre i Municipal Waste (quando adoperano i cori all’interno dei brani), in altre ancora i nostrani Necrodeath (specie per la tonalità molto scream della voce), i Deathraiser non annoiano e per una mezz’ora scarsa è un piacere dimenarsi sulle loro solide tracce. Hanno realizzato il disco che sognavano fin da bambini. Il risultato è buono e merita un ascolto da parte degli amanti.

TRACKLIST

  1. Violent Aggression
  2. Annihilation Of Masses
  3. Terminal Disease
  4. Enslaved By Cross
  5. Command To Kill
  6. Killing The World
  7. Oppression Till Death
  8. Lethal Disaster
  9. Thrash Or Be Thrashed
1 commento
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.