DEATHSPELL OMEGA – Kénôse

Pubblicato il 02/08/2005 da
voto
7.5
  • Band: DEATHSPELL OMEGA
  • Durata: 00:36:20
  • Disponibile dal: 01/05/2005
  • Etichetta: Norma Evangelium Diaboli
  • Distributore:

Lugubri. Una delle più inquietanti realtà contemporanee del black metal più oscuro è tornata a colpire, nel segno, dopo aver impressionato un po’ tutto l’ambiente con l’album precedente a questo “Kenose”, una summa della nera liturgia che accompagna sin dagli esordi questa enigmatica band transalpina. Tre soli e infiniti capitoli compongono la nuova ritualità musicale dei Deathspell Omega, un gruppo piuttosto atipico all’interno dell’attuale circuito black underground europeo e non solo. Niente depressive black metal in scia di Shining, Forgotten Tomb ed altri, niente black derivante dai padri Darkthrone, nè gravido delle aperture mostrate dagli ultimi Mayhem. No, niente di tutto questo. Solo sette nere note distorte, fatte torcere nell’oscurità per sprigionare sofferenza. Canzoni lunghissime, senza capo nè coda, sensa ossatura, ma dal potere catartico immenso, capace di soggiogare anche i più distratti ascoltatori. Niete cantato in stile Burzum, ma un richiamo infernale malato e carico d’odio come non si sentiva da “Nemesis Divina” dei Satyricon. Ma la vera diversità tra i Deathspell Omega e le altre band non risiede solo nel cantato, ma soprattutto nel modo di intendere la musica estrema. Ascoltare una qualsiasi canzone di questi francesi provoca la stessa sensazione di assistere a una messa proibita in qualche antro dimenticato dove occulti misteri liturgici si fondono e danno corpo a una ritualità bestiale. Musica da far venire i brividi insomma. Per ottenere questo risultato, la band decompone i classici canoni del black metal contorcendo i riff, rendendoli più cupi nelle sonorità, creando atmosfere torbide anche solo attraverso l’uso di basso e batteria. Per molti a questa band non manca nulla, per altri si potrebbe pretendere delle strutture più ragionate delle canzoni o un riff memorabile da poter ricordare. Ma al momento i Deathspell Omega sono indecifrabili, come l’arcano che rappresenta la loro truce interpretazione del black metal più sotterraneo. Per pochi adepti del male.

TRACKLIST

  1. I : “Everything, except GOD, has in it some measure of privation, thus all individuals may be graded according to the degree to which they are infected with mere potentiality”.
  2. II : “Therefore, GOD honours the sword so highly that He calls it His own ordinance, and will not have men say or immagine that they have invented it or instituted it”.
  3. III : “The stillness of Contemplation is allowed in billions of woeful cries, so astonishingly simultaneous and in unison, each and every second, they defuse each other in such a perfect manner, equalling the most inscrutable of all silences”.
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.