DECEIVER (SWE) – Thrashing Heavy Metal

Pubblicato il 05/03/2009 da
voto
7.0
  • Band: DECEIVER (SWE)
  • Durata: 00:34:42
  • Disponibile dal: 3/3/2009
  • Etichetta: Pulverised Records
  • Distributore:

Nati nel 2004, pubblicano un album l’album successivo, si sciolgono e si riformano nel 2008 al solo scopo di pubblicare questo “Thrashing Heavy Metal”: questa è la divertente – o triste, che dir si voglia – storia dei Deceiver, passati nel giro di qualche anno ad attraversare le tappe (ormai quasi obbligate) di band dalla carriera pluri-decennale. Chiudendo un occhio sui motivi che hanno impedito la prosecuzione della carriera del combo scandinavo, il nuovo tassello della loro discografia riesce ad essere chiaro e conciso fin dal titolo: indubbia l’abilità del gruppo nel saper racchiudere nelle tre fatidiche parole l’intera essenza dell’album. E’ l’heavy metal più classico ed immediato riconducibile a band come Mercyful Fate e Motörhead che viene sapientemente unito all’irruenza del thrash più ottuso ed ignorante (nel senso buono): nessuna finezza o ricercatezza sonora è ravvisabile nei trentacinque minuti scarsi di durata dell’album, in cui l’headbanging rimane l’unica priorità. Impossibile tenere la testa ferma davanti a tanta irruenza, dove ogni riff riesce nella sua semplicità a colpire diretto il bersaglio: complemento ideale per il suono del terzetto, la sgraziata voce di Pete Flesh che dona quel pizzico di sano marciume che non guasta mai. Poteva mancare una produzione adeguata? Assolutamente no! A questo scopo si è rivelato fondamentale l’apporto di Peter Tägtgren che con i suoi Abyss Studio è riuscito nella difficile impresa di non rendere sterile la proposta con la classica produzione iper-pompata e al passo con i tempi. Siamo quindi di fronte ad un capolavoro? Ovviamente no: l’eccessiva linearità dell’album rappresenta un’arma a doppio taglio e, sebbene non manchino i momenti esaltanti, si sente la mancanza di qualche variazione sul tema che avrebbe senza dubbio aumentato la longevità del disco. I Deceiver sicuramente non verranno ricordati come la band del secolo, ma il loro compitino lo sanno svolgere decisamente bene regalando una buona mezz’ora di sano e spensierato metal: e sinceramente, se i risultati sono questi, a noi bastano ed avanzano!

TRACKLIST

  1. The Tail's Of Whom In Shadows Fall
  2. Ghost of Souls & Inner Hate
  3. Graveyard Lover
  4. Coma Of Death Toxication
  5. Machinery of God
  6. Blood of the Soul
  7. Dead To The World
  8. The Dungeon
  9. Legacy
  10. Thrashing Heavy Metal
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.