DECIMATION – Reign of Ungodly Creation

Pubblicato il 17/12/2014 da
voto
7.0
  • Band: DECIMATION
  • Durata: 00:37:15
  • Disponibile dal: 09/12/2014
  • Etichetta: Comatose Music
  • Distributore:

Streaming:

Il nuovo album dei Decimation si presenta nel migliore dei modi, con una copertina eccellente firmata dal maestro Dan Seagrave (Dismember, Suffocation, ecc). L’hype generato dall’artwork e dai bizzarri titoli dei brani (che in tutta onestà non sappiamo se siano da prendere seriamente) trova poi conferme adeguate nel contenuto musicale, ennesimo flusso di chitarre che sfornano grandi quantità di riff, ritmiche frastagliate e linee vocali che si rincorrono generato da questi death metaller turchi. I Decimation lavorano con calma, prendendosi sempre diversi anni per dare alle stampe un nuovo disco; da loro ormai ci si aspettano opere di una certa qualità e “Reign…”, come accennato, non tradisce le attese, anche se bisogna dire che la proposta denota ancora alcune possibilità di miglioramento. Forse le nostre orecchie sono ora sin troppo viziate dai validissimi ritorni di Septycal Gorge e Hideous Divinity, ma “Reign…” a tratti dà quasi l’impressione di essere un puro esercizio di stile. La tracklist parte in sordina, con un paio di pezzi che paiono privi di una direzione precisa: tecnici, nervosi, ma privi di appeal a livello chitarristico, come se a forza di voler apparire ricercati i Nostri perdessero di vista sostanza e impatto. Il filone “brutal” vive spesso di esagerazioni, ma il fine ultimo dovrebbe essere sempre lo scrivere canzoni di senso compiuto, che possano stimolare quanto intrattenere. In certe occasioni, i Decimation invece sembrano perdere un po’ la bussola, risultando troppo freddi e meccanici. Fortunatamente, le cose migliorano parecchio quando il gruppo di Ankara decide di ragionare e rallentare un po’, offrendo il giusto cocktail di tecnica e trasporto, con riff che restano in mente e progressioni ritmiche che inducono all’headbanging abbinate a dissonanze e break più sghembi e deviati. In questo senso, pezzi come “Mystic Transformation in Encrypted Scrolls of a Grievous Sermon”, “Aberrant Ablution by Filthy Excrements of a Grotesque Crassamentum”, “Devilish Domain Vortex in the Gloom of Wicked Ziggurat” e “Veracity in Relics” risultano molto convincenti sin dalle prime fruizioni. Alla fine dei conti, quindi, il disco si fa apprezzare e invoglia anche a numerosi ascolti, una volta “prese le misure”. Ci piace pensare che per i Decimation il salto di qualità definitivo sia dietro l’angolo: “Reign…”, d’altronde, fa intendere che questo è un gruppo che si impegna a fondo e che è mosso da grande passione. I ragazzi dovrebbero solo restare con i piedi per terra ed evitare i virtuosismi fini a sè stessi: un maggiore impatto non ha mai fatto del male nel death metal.

TRACKLIST

  1. Noncelestical Orisons Cataclised in the Passage of Ninib
  2. Supreme Wisdom of Blasphemy in the Reign of Ungodly Creation
  3. Mystic Transformation in Encrypted Scrolls of a Grievous Sermon
  4. Aberrant Ablution by Filthy Excrements of a Grotesque Crassamentum
  5. Psalm Carnage in the Ghoulish Chapel of Gehenna
  6. Ghoulish Requiem for a Macabre Daemonarch
  7. Prophetic Despise Under the Pendulum of a Sacrilegious Throne
  8. Devilish Domain Vortex in the Gloom of Wicked Ziggurat
  9. Veracity in Relics
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.