DEEDS OF FLESH – Reduced To Ashes

Pubblicato il 07/07/2003 da
voto
7.5
  • Band: DEEDS OF FLESH
  • Durata: 00:40:00
  • Disponibile dal: 24/06/2003
  • Etichetta: Unique Leader
  • Distributore: Buio Omega

Grandissimo ritorno per i Deeds Of Flesh! Questo “Reduced To Ashes” è senza dubbio uno dei lavori migliori che la band abbia mai scritto e probabilmente non farà fatica a diventare anche uno dei dischi più gettonati in ambito death metal di questo 2003. Non c’è che dire, i death metaller americani hanno messo a segno un altro importantissimo colpo, e non stupitevi affatto se questo loro nuovo album li porterà a raggiungere un pubblico più ampio… in fin dei conti se ci sono riusciti gli Hate Eternal perché non dovrebbero farcela loro? Con un disco del genere, poi, la cosa pare semplicissima! Come sempre i Deeds Of Flesh ci propongono una raccolta di brani tutti molto strutturati, tecnici e complessi, che richiedono un notevole numero di fruizioni per essere assimilati pienamente. Il chitarrista/cantante Erik di certo non deve amare le cose lineari visti i riff che partorisce, uno più contorto dell’altro e mai ripetuti più di qualche volta: non c’è infatti quasi mai un riff portante in un pezzo dei Deeds Of Flesh, le loro composizioni appaiono tutte come una sequenza di riff tecnicissimi, spesso atonali, posti sopra una sezione ritmica basata su una doppia cassa praticamente incessante e su brevi fughe di blast beat, giusto per non rendere tutto troppo monolitico ed asfissiante. La durata dei brani, vista la loro struttura, è discretamente elevata e la band, nella conclusiva “The Endurance”, riesce persino a regalarci una sorta di suite di quasi dodici minuti che alla fine si rivela anche la canzone migliore dell’album! E non c’è mai pericolo di annoiarsi, se è questo che temete. Il trio infatti è per fortuna dotato di una ispirazione fuori dal comune che fa in modo che i riff siano sempre molto freschi, coinvolgenti e, in quest’occasione, anche perfettamente distinguibili vista l’ottima produzione. La sezione ritmica, come dicevamo, non è poi mai piatta e mantiene sempre alta la tensione, cosa fondamentale in un genere come questo, in cui di certo non si possono inventare chissà quali diavolerie per variare la proposta. E’ sempre bello ascoltare un lavoro così curato, nonché constatare che la scena death metal sia tutt’altro che stantìa. Per fortuna che, oltre ai grandi nomi, pare esserci un sottobosco più che interessante che potrà regalarci grosse soddisfazioni. Proprio come stanno facendo oggi i Deeds Of Flesh.

TRACKLIST

  1. Reduced To Ashes
  2. Infested Beneath The Earth
  3. Avowed Depraved
  4. Empyrean
  5. Human Trophies
  6. Banished
  7. Disinterred Archaic Heap
  8. The Endurance
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.