DEFACING – Spitting Savagery

Pubblicato il 17/02/2005 da
voto
7.0
  • Band: DEFACING
  • Durata: 00:31:11
  • Disponibile dal: 15/01/2005
  • Etichetta:
  • Xtreem Music

Spotify:

Apple Music:

La spagnola Xtreem Music si rifà viva dopo alcuni mesi di silenzio e lo fa nel migliore dei modi, ovvero pubblicando un album davvero godibile ed ispirato come questo “Spitting Savagery” dei cileni Defacing. Il gruppo è un quintetto in attività solo da tre anni ed è fautore di un più che valido brutal death metal devoto ai primi Cryptopsy (omaggiati tra l’altro con una cover della mitica “Phobophile”) e ai Disgorge (quelli americani). La produzione è più che valida, così come la preparazione tecnica dei nostri ma la cosa che colpisce maggiormente è, come ovvio, il songwriting: i Defacing infatti non si perdono in sterili virtuosismi né si limitano a pestare il più possibile senza un minimo di logica. Proprio come quello delle formazioni a cui si rifanno, il loro è infatti un assalto intelligente e ragionato, a dir poco bestiale ed annichilente ma mai caotico e fine a se stesso. Di rallentamenti veri e propri, a dire il vero, non ce ne sono tantissimi ma il drummer – che dimostra di avere due braccia come tronchi d’albero nelle frequenti scariche di blast beat – è bravo nel variare le ritmiche, lanciandosi spesso e volentieri in calibratissimi break in doppia cassa che finiscono per rivelarsi a dir poco essenziali nell’economia dei brani, i quali nonostante la velocità ultra sostenuta e l’alto tasso di violenza espresso appaiono quindi sempre fluidi e interessanti. Il riffing poi è anch’esso sempre adeguatamente vario e ficcante, legato ai canoni del genere ma ispirato a sufficienza… le composizioni sono ben riconoscibili e dotate di una certa identità: a meno che non siate dei neofiti del genere difficilmente avrete l’impressione di trovarvi davanti ad un unico insormontabile muro fatto solo di note sparatissime e urla disumane (la voce è in pieno stile Lord Worm!). Dunque ci si diverte parecchio durante l’ascolto di “Spitting Savagery”, un lavoro di certo destinato esclusivamente ai fan del brutal death ma comunque competitivo, che presenta una band capace e particolarmente ispirata, da seguire con attenzione in futuro.

TRACKLIST

  1. ( into The Vile ) Mutating Inside The Degeneracy
  2. Flagellated By Insanity
  3. Spitting Savagery
  4. Masochist Extermination Of Subhuman Innocence
  5. Endorsement Of The Eternity
  6. Captive In Agony
  7. Enjoy The Suffering
  8. Curse Of The Deformed Fetus
  9. Phobophile
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.