DEFACING – The Beginning Of Human Cruelty

Pubblicato il 23/10/2003 da
voto
4.5
  • Band: DEFACING
  • Durata:
  • Disponibile dal: //2003
  • Etichetta:
  • Xtreem Music
Streaming non ancora disponibile

Defacing: ovvero il manuale sonoro del perfetto macellaio. Avete presente la violenza sonora completamente sconclusionata di Mortician et similia? Ebbene, qui c’è qualcosa di simile, con la sola differenza di un maggior impegno profuso a livello tecnico (perché per maltrattare i propri strumenti come i Mortician, diciamolo, bisogna impegnarsi), che comunque non consente al gruppo di riuscire ad esprimersi al meglio proprio perché in questi quattro pezzi che compongono il demo c’è la volontà di metterci più violenza che impegno, e dunque ogniminima ricerca di qualche sonorità ricercata che riesca a rendere più interessante un disco come questo; dunque massima libertà ad una velocità quanto più sostenuta possibile, e ad un lavoro di drum machine devastante, che non lascia all’ascoltatore il minimo respiro. Ad ogni modo, come dice un famoso proverbio, non tutte le ciambelle riescono col buco: è infatti naturale che, andando a prediligere un certo tipo di sonorità teso più alla violenza che a qualsiasi altro aspetto musicale, i pezzi non risultino certo originali o comunque particolarmente piacevoli, e se a questo aggiungiamo che risulta praticamente impossibile distinguerli l’uno dall’altro, la frittata è fatta. Oltre tutto il lavoro non certo precisissimo svolto in fase di produzione (l’unica scusante è che questo “The Beginning Of Human Cruelty” altro non è che un demo) non va a favore dei Defacing, perché spesso risulta difficile distinguere i singoli riff di chitarra tra loro e la voce del singer, perché coperti dal marasma sonoro generato dalla drum machine. Dunque siamo di fronte ad un demo assolutamente anonimo ed al di sotto del livello della sufficienza (anche se nel genere c’è chi riesce a fare ancora peggio…), che non riesce a stimolare all’ascolto e che risulta privo di qualsiasi interesse (d’altra parte, quanti dischi così escono ogni mese nella scena grind?), eccezion fatta forse per l’ultimo pezzo (a nome “Resurrected In Excretive Substances”) che riveste per lo meno un minimo di interesse a livello musicale; non di meno, non va oltre una rosicatissima sufficienza. Per ora i Defacing sono bocciati… alla prossima.

TRACKLIST

  1. Atrocities That Testify Dementia
  2. Deliriums Of Moribund Addiction
  3. Remember The Infanticide
  4. Resurrected In Excretive Substances
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.