DEFECT DESIGNER – wax

Pubblicato il 20/10/2009 da
voto
6.5
  • Band: DEFECT DESIGNER
  • Durata: 00:49:37
  • Disponibile dal: 07/09/2009
  • Etichetta: My Kingdom Music
  • Distributore: Masterpiece

"Composing The End" è una delle intro più riuscite degli ultimi tempi, là dove il più delle volte la traccia d’apertura degli album è un’accozzaglia di arpeggi o assoli atmosferici che aggiungono poco o niente al valore dell’album. In questo caso in Defect Designer hanno scritto probabilmente una delle migliori tracce del disco, melodica e sognante, che ben dispone l’ascoltatore prendendolo per mano e conducendolo all’interno di questo disco controverso e intricato, freddo e spigoloso. Ma andiamo con ordine: viene dalla lontana e freddissima Siberia questo quintetto dedito a una proposta musicale principalmente death metal, con qualche riffone thrash e alcuni accenni melodici e al contempo disturbantemente dissonanti. I cambi di tempo e di atmosfera la fanno da padrone in "Wax", un disco dove i nostri sicuramente dimostrano di saperci fare con gli strumenti in mano e, con alcune correzioni, si potrebbe sentire ancora parlare bene di loro. Correzioni tutto sommato nemmeno eccessivamente proibitive, sarebbe il caso ad esempio di dare una scremata ai brani: dodici canzoni della durata media di quattro minuti sono un po’ troppe, specie se alcune tra queste sono tirate un po’ troppo per le lunghe. Così come riteniamo necessario lavorare sul dinamismo nelle parti rallentate che a tratti risultano forzate e poco incisive. A parere di chi scrive i Defect Designer si trovano decisamente meglio quando spingono a dovere il piede sull’acceleratore, brani come "Choice Cuts", o ancor meglio "When Your Face Doesn’t Melt Snowflakes", fanno tirare un bel sospiro di sollievo dissetando la nostra sete di energia e violenza facendo emergere al meglio, ad esempio, una fase ritmica capace, una lucida isteria da cui emergono chiari intenti distruttivi. "Wax" è uno di quei dischi da consigliare sicuramente ai cultori dell’underground che ha sempre bisogno di band come i Defect Designer. In secondo luogo ci sentiremmo di indirizzare all’ascolto dei siberiani quegli ascoltatori di death metal più aperti mentalmente, che non disdegnano i lavori di band quali Edge Of Sanity o Hypocrisy.

TRACKLIST

  1. Composing the End
  2. Stillborn
  3. You Are No More
  4. Unsorted
  5. Defamation
  6. Almost Ready
  7. Heads
  8. Vegetable
  9. Choice Cuts
  10. Forms of Illusions
  11. When Your Face Doesn't Melt Snowflakes
  12. Idemnity
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.