DEITUS – Via Dolorosa

Pubblicato il 02/06/2019 da
voto
7.0
  • Band: DEITUS
  • Durata: 00:32:57
  • Disponibile dal:
  • Etichetta: I Voidhanger Records
  • Distributore:

Secondo full-length per i londinesi Deitus, “Via Dolorosa” consta di poco più di mezz’ora per cinque brani di black metal che guarda trasversalmente alla Scandinavia dei Dissection, nome che di fatto appare in maniera preponderante, quanto alla corrente black odierna formata da nomi quali Mgla, Uada, Gaerea e via dicendo. L’album, uscito su disco lo scorso dicembre, e ora in pubblicazione su vinile, ha dalla sua un inaspettato flair classicheggiante. L’implicita melodia che permea l’album fa si infatti che l’opera risulti di assimilazione piuttosto facile e potenzialmente potrebbe interessare anche l’amante di sonorità estreme ma non per forza black. C’è una certa vena progressiva e squisitamente chitarristica all’interno di “Via Dolorosa”, come ci dice il guitar work della titletrack su tutte (in grado di ricordarci l’approccio di una band come i Chapel Of Disease) ma che resta appiccicata a tutti i brani in generale, straniando anche un pochino con alcuni (pur ottimi) assoli. La band disegna così trame che tra una sfuriata e l’altra riescono a lasciare il segno sul fronte di un riffing variegato e d’impatto, tra un midtempo vecchia scuola, qualche apertura alla proto-black brasiliano e un generico senso nichilista proprio del black moderno. Stiamo parlando di un ottimo disco, dunque, benché non si riescano a scindere troppo distintamente i Deitus dalle band cui fanno riferimento, esaltando dunque un senso di familiarità e di scorrevolezza sin troppo facile. Tuttavia ci sono alcune aperture davvero buone che emergono nei trentatre minuti del disco, e se è appurato che il difetto che troviamo in questo “Via Dolorosa” sia una personalità non troppo marcata, vero è anche che alcuni passaggi sono davvero entusiasmanti. Un disco forse di transizione buono verso qualcosa di differente, che lascia presagire buone speranze per un passo un po’ più deciso e magari di maggior durata.

TRACKLIST

  1. Hallowed Terror
  2. Malaise
  3. Via Dolorosa
  4. Salvifici Doloris
  5. Atonement
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.