DEIVOS – Endemic Divine

Pubblicato il 23/05/2017 da
voto
6.5
  • Band: DEIVOS
  • Durata: 00:32:19
  • Disponibile dal: 10/02/2017
  • Etichetta: Selfmadegod Records
  • Distributore: Masterpiece

Suonare death metal, in Polonia, ha rappresentato fino a pochi anni fa un marchio di fabbrica impossibile da non riconoscere, un’appartenenza ad una scena musicale che ha sfornato nel giro di poco tempo una quantità di materiale davvero impressionante, accompagnato il più delle volte da una qualità media più che elevata, trasformando il territorio polacco in una sorta di Terra Santa del death/black metal tecnico apprezzata e rispettata dall’intero circuito metal internazionale. Oggi, purtroppo, sembra che l’interesse ed il grande fervore artistico che animava quel Paese si sia parzialmente affievolito, ma non del tutto grazie anche alla presenza di band come i Deivos, determinati ed agguerriti sostenitori della propria causa in seno al metal estremo. “Endemic Divine” infatti riparte esattamente da dove “Theodicy” si era concluso, riprendendone in mano le file e sviluppando da esso le trame delle otto canzoni presenti nel nuovo album: in piena tradizione polacca, lo stile marziale e quadrato del materiale risalta subito manifesto, basato intorno ad un riffing severo e piuttosto intricato, nonostante non si perda mai una certa concretezza di fondo che allontana i Deivos da qualsiasi tipo di velleità prog/technical eccessivamente pretenziosa. I ragazzi di Lublin infatti non perdono mai la loro ormai tipica rudezza death metal che mantiene sempre aggressivo e battagliero il tenore delle canzoni, esaltate dalla prova avvolgente e massiccia della batteria che non lascia momenti di respiro lungo l’intera tracklist. Si fa notare senz’altro un utilizzo parecchio diffuso del palm mute delle ritmiche in stoppato, elemento essenziale nella formula compositiva dei Deivos, insieme a dei continui stop’n’go veramente fulminei che, oltre ad esaltare la bravura dei musicisti in questione, eleva il livello generale non di poco, aggiungendo tiro al tutto e permettendo di lasciarsi trasportare nei vorticosi svolgimenti messi in atto dalla band. Anche la voce, basata su un growl poco profondo ma molto aggressivo, richiama subito alla memoria Hate, Vader e tutta la compagnia polacca, pur non sconvolgendo più di tanto e limitandosi a dare un apporto vocale piuttosto marginale ad un apparato musicale certamente più curato e d’impatto. Il suono generale scelto per il platter inoltre, in linea del resto con lo stile spartano della musica, risulta particolarmente ‘secco’ ed asciutto, forse fin troppo, finendo a volte per affinare, piuttosto che inspessire, la presenza dei vari strumenti e soprattutto delle chitarre, elemento essenziale invece in un album death metal degno di tale nome. A conti fatti comunque, “Endemic Divine” si dimostra un prodotto musicale onesto e genuino, ancorato forse a canoni un po’ demodè ma proprio per questo orgogliosamente coerente con se stesso e con il passato discografico dei Deivos: a questi ragazzi non interessa certo innovarsi, quanto piuttosto portare avanti un certo discorso in cui, effettivamente, sanno come muoversi in maniera meccanica, ma con abilità.

TRACKLIST

  1. Daimonion
  2. Apeiron
  3. Sisters Of Mercy
  4. Dust Of The Universe
  5. Gods Of Death
  6. Through The Eyes Of The Hangman
  7. Courtesan
  8. Endemic Divine
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.