DEJANIRA – Behind The Scenes

Pubblicato il 05/05/2014 da
voto
7.0
  • Band: DEJANIRA
  • Durata: 00:43:23
  • Disponibile dal: 01/04/2014
  • Etichetta:
  • Distributore:

Nati dai Diatriba ed esordienti nel 2010 con l’EP “A Vent Of Rage Against…”, arrivano al debutto sulla lunga distanza anche i bergamaschi Dejanira, formazione che fa dell’attitudine sperimentale – ma non aspettatevi follie troppo estreme o inascoltabili! – e della non-catalogazione un po’ il suo credo. I Nostri si dichiarano infatti in costante mutazione ed evoluzione e, in questo primo “Behind The Scenes”, la loro affermazione è condivisibile, non solo per l’approccio progressivo mostrato in sede di composizione ma anche per la stessa varietà dei pezzi componenti la tracklist. Stranamente, in quanto non succede spessissimo, l’album va in crescendo col passare dei minuti, riservando i propri pezzi forti nel finale, più precisamente nel trio conclusivo composto da “Birth Of The Unconquerable Sun”, potente ed eclettica, “The Raft Of The Medusa”, in odore di Gojira soprattutto nel riffing portante iniziale, e “Disclosure”, che ci lascia sfumando con un riff e un groove fra i migliori del platter. Non che il resto sia da buttare, sia chiaro, anzi…ma l’impressione che abbiamo avuto è stata chiara. “Of Will And Representation” è un’altra canzone davvero ben riuscita, ancora strizzando l’occhio verso un riffing Gojira-oriented, nella sua prima parte, per poi sfumare pacificamente con un outro malinconico e acustico. E proprio l’alternanza tra sezioni acustiche, anche di pochi secondi, e parti in cui poderose ritmiche telluriche la fanno da padrone è il tocco personale che la band lombarda dimostra di avere in serbo, certo ancora da sviluppare ma già piuttosto marchiante a fuoco. Un’attenta ricerca nelle soluzioni vocali, in lyrics di critica intelligente e nel solismo chitarristico (da aumentare in quantità, consiglieremmo noi) completa il quadro iniziale di una formazione già piuttosto matura, che può sicuramente progredire e crescere ancora molto, forse soprattutto nell’approccio vocale della coppia Roncoroni/Marchesi – fra l’altro entrambi anche chitarristi – per il quale non vedremmo male l’utilizzo di un growl più oscuro e possente. Insomma, finora per i Dejanira le cose sembrano procedere nel migliore dei modi e vi consigliamo senza indugio di cercarli attraverso i loro canali promozionali, soprattutto se amanti del progressive metal, dei Gojira (di nuovo!) e – perché no? – della corrente djent. Bravi bagaj!

TRACKLIST

  1. Of Will And Representation
  2. Nowadays Circus
  3. Meridian
  4. Letter Of The Seer
  5. The Swan Song
  6. Sunset Boulevard
  7. Birth Of The Unconquerable Sun
  8. The Raft Of The Medusa
  9. Disclosure
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.