DEMON’S SHADE – Omega Creation

Pubblicato il 08/11/2005 da
voto
6.0
  • Band: DEMON'S SHADE
  • Durata: 00:18:56
  • Disponibile dal: 01/10/2005
  • Etichetta:
  • Distributore:

Sei lunghi anni per dare vita ad un demo di tre brani. Purtroppo i Demons’ Shade sono una delle tante realtà musicali succubi dei problemi causati da continui cambi di line up e di altro genere. Merito dunque per una band che non ha perso voglia di andare avanti in tutto questo tempo e che adesso, che è giunto l’agognato momento della ribalta, può andare ben fiera del prodotto presentato. Un layout intrigante ci introduce in una dimensione extreme metal assai variegata che passa tranquillamente dal black metal scandinavo, al death di stile europeo sino a finire nel thrash d’Oltreoceano. Insomma, qui c’è musica per tutti i gusti. Il demo in questione è anche prodotto bene, l’unica cosa che penalizza il sound della band è la mancanza di profondità della musica, ma la colpa non è da attribuire, almeno non interamente, alla produzione. Il sound, e anche il songwriting della band, così com’è presentato in “Omega Creation” non è così estremo come vorrebbe sembrare. Certo, siamo sempre davanti ad un groviglio di generi estremi del metal, ma causa le strutture delle canzoni un po’ troppo spezzettate che impediscono ai brani di decollare e causa un riffing a volte troppo poco aggressivo, il risultato non soddisfa pienamente il palato di chi è abituato ad ingoiare musica ben più pesante. Non si può ovviamente pretendere che i Demon’s Shade suonino come i Darkthrone e nessuno lo vorrebbe, perché andrebbe persa l’originalità che la band mette nel comporre musica, ma nelle tre canzoni qui presenti non si capisce bene quale sia il punto d’arrivo del CD. Alcune melodie, tra le tante, sono vincenti e anche gli assoli, seppur molto anni ’80 in alcuni casi, in certi casi si integrano bene con il resto della musica, ma ad esempio le sfuriate non hanno profondità, non sprigionano la cattiveria e violenza che invece dovrebbero esercitare. Tutto in alcuni momenti sembra piatto, troppo piatto, quasi senz’anima. Una brutta sensazione che può benissimo essere isolata ed appartenere solo ad alcuni soggetti, ma potrebbe anche essere provocata da una musica che non spinge decisamente in una direzione apparendo ‘superificiale’ senza giungere al cuore di chi ascolta. Verrebbe quasi da dire ‘belli senz’anima’, anche se ciò suona come una condanna ad un gruppo che invece va incoraggiato perché le doti ci sono e la voglia di suonare, si presume, sia ancora tanta visto che per i Demon’s Shade le porte dell’inferno si sono appena schiuse. In bocca al lupo per il futuro!

TRACKLIST

  1. omega creation
  2. inside the tempest
  3. in absence of light
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.