DEPRAVITY – Evil Upheaval

Pubblicato il 01/05/2018 da
voto
8.0
  • Band: DEPRAVITY
  • Durata: 00:40:04
  • Disponibile dal: 30/04/2018
  • Etichetta: Transcending Obscurity
  • Distributore:

Per alcuni, suonare death metal non è soltanto una questione di genere musicale, ma un fatto molto più complesso e personale. La ricerca di un veicolo espressivo all’interno del quale incanalare le proprie visioni a base di oscurità e morte, di barbarie e degenerazione, al fine di diventare un tutt’uno con quell’Inferno che da sempre alimenta le fantasie dell’uomo. Qualcosa di difficilmente spiegabile a parole, ma che talvolta riesce a trovare voce e a concretizzarsi in modo spaventoso grazie a dischi come questo “Evil Upheaval”, prima prova sulla lunga distanza degli australiani Depravity. Una band spuntata praticamente dal nulla e lanciata sul mercato dalla sempre più intraprendente Transcending Obscurity, a cui bastano i primi minuti dell’opener “Manic Onslaught” per fugare ogni dubbio sul suo temperamento e candidarsi a vero outsider di questo inizio 2018: incipit ieratico degno dei migliori Immolation/Morbid Angel (o Dead Congregation, se preferite) seguito da una sfuriata che guarda nemmeno troppo velatamente ai Decapitated dell’eccezionale “The Negation”, il tutto valorizzato da un growling potente e spontaneo e da una produzione firmata Hertz Studio. Da lì non si torna più indietro, trascinati in un flusso lavico dove vecchia e nuova scuola, atmosfera e forza bruta, si compenetrano con rara dimostrazione di gusto e dove i concetti di ordine e decifrabilità sono i veri pilastri della tracklist. Perchè ai Nostri non interessa partecipare a quelle gare di onanismo strumentale tanto in voga nel genere, né tantomeno complicarsi la vita con esperimenti fuori dalla loro portato, no… i Depravity sono qui per ricordarci come death metal sia innanzitutto sinonimo di riff assassini e scenari apocalittici, e per farlo si affidano ai tocchi di un songwriting che lima puntualmente ogni forma di eccesso. Sentire un brano come “The Great Divide” per credere: questo è il suono dell’Armageddon, stretto nel pugno di una band realmente ispirata e diabolica. Una band che ci auguriamo possa presto raggiungere i traguardi che le spettano.

TRACKLIST

  1. Manic Onslaught
  2. Insanity Reality
  3. Repugnant
  4. Despondency
  5. The Great Divide
  6. Victimizer
  7. Tormented
  8. Evil Upheaval
  9. Vile Defloration
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.