DER GERWELT – Human Breed

Pubblicato il 27/01/2004 da
voto
7.0
  • Band: DER GERWELT
  • Durata: 00:39:14
  • Disponibile dal: 29/09/2003
  • Etichetta: Rage Of Achilles
  • Distributore: Masterpiece

Davvero un bel cd, questo “Human Breed”, che giunge dalle steppe russe. Simil black/death metal intelligente, sopraffino, freddo, suonato con perizia dai Der Gerwelt, un nome nuovo che non tarderà a farsi conoscere in giro. I testi sono stati scritti da Mathias Stalhammar, personaggio non nuovo per chi bazzica negli ambienti underground del nord est europeo. Bisogna fare i complimenti all’inglese Rage Of Achilles Records per aver scovato una bella sorpresa dall’anonimato, che speriamo serva a far conosce meglio in giro un gruppo che merita. Posati, lenti, precisi, i Der Gerwelt trasmettono il senso di solitudine ricevuto dagli sterminati orizzonti della steppa, l’atmosfera è stantia, come se fosse ghiacciata. Un punto di forza del cd è dato dalla produzione, capace di dare profondità e qualità al sound della band, che sofdera sette canzoni tutte interessanti e personali per quest’album davvero molto invernale che riesce a far rivivere per alcuni tratti il vecchio thrash e riformularlo alla luce dell’ultima evoluzione black metal. I Der Gerwelt sono anche melodici e sono indubbie le capacità del quartetto russo messe in mostra in questa mezz’ora abbondante di musica, in cui il buon gusto e l’abile lavoro in sede di songwriting sono basi utili per esaltare la prestazione della chitarra solista che si erge a protagonista macinando assoli tanto scarni quanto efficaci. La vostra memoria verrà incisa sempre più dall’incedere della musica dei Der Gewelt sino a restare impressa in maniera definitiva su di voi. La voce può ricordare quella di Ares degli Aeternus, ma qui forse è ancora più coinvolgente. La ferocia di “Human Breed” può sembrare repressa, non esplode mai in modo evidente, ma proprio per questo riesce a salvare una tensione di fondo che crea quel mood indispensabile a fare di questo cd qualcosa di davvero buono. Forse ci sono alcuni momenti in cui i Der Gerwelt si lasciano contagiare da un riffing classico di seconda mano, ma sono pochi i momenti in cui la band perde in personalità. Un cd che si distingue dalla massa, e che merita una possibilità.

TRACKLIST

  1. Intro
  2. A shred of me I cannot reach
  3. newborn world as we know it
  4. into mayhem
  5. a bleeding path
  6. dreaming with the dead
  7. human breed ( Ripped Open To A New Reality )
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.