DESECRESY – Stoic Death

Pubblicato il 07/12/2015 da
voto
6.5
  • Band: DESECRESY
  • Durata: 00:34:30
  • Disponibile dal: 01/11/2015
  • Etichetta:
  • Xtreem Music

Spotify:

Apple Music:

Giunti ormai alla quarta prova sulla lunga distanza, i Desecresy confermano pregi e difetti della loro proposta musicale, immettendo sul mercato l’ennesima colata di death metal greve e bituminoso profondamente radicato nella tradizione nordeuropea di venticinque anni fa. Un suono denso, spessissimo e pressochè immutabile nel suo incedere monolitico, all’interno del quale i vari addendi – declinati dal sound di gruppi come Abhorrence, Demigod e primi Grave, oltre che da qualche mostro sacro del doom – si mescolano sovente tra di loro senza però mai cambiare il risultato finale, discreto sulla scia dei precedenti “Arches Of Entropy”, “The Doom Skeptron” e “Chasmic Transcendence”. Diciamo solo discreto perchè, come consuetudine, i Nostri non vanno oltre la mera riproposizione di stilemi già noti, prendendo sì le distanze dalle frange più scolastiche del catalogo Cyclone Empire, Pulverised e appunto Xtreem Music, ma finendo ugualmente per sfigurare al cospetto di tanti altri loro colleghi, decisamente più ambiziosi nel maneggiare certe sonorità. Fin dal titolo, “Stoic Death” è quindi il classico disco per completisti e maniaci dell’underground: lontano anni luce dal cupo splendore di un “Charnel Passages” (volendo citare un’opera analoga uscita in tempi non sospetti) e curato quel tanto che basta da divertire chi proprio non può fare a meno di chitarre-motosega, ritmiche slabbrate e vocals cavernose. Le canzoni ruotano attorno a pochi riff, irruenti durante le parentesi più sostenute (“Remedies Of Wolf’s Bane”, “Sanguine Visions”), vagamente ipnotici quando i tempi si dilatano e la suddetta componente doom emerge dallo sfondo (“Funeral Odyssey”, “Unantropomorph”), all’insegna di un songwriting estremamente concreto che non ama perdersi in troppi giri di parole. Trentaquattro minuti di musica suonati da fan per altri fan. Questa è la sostanza, prendere o lasciare.

TRACKLIST

  1. Remedies Of Wolf's Bane
  2. The Work Of Anakites
  3. Passage To Terminus
  4. Abolition Of Mind
  5. Sanguine Visions
  6. Funeral Odyssey
  7. Cantillate In Ages Agone
  8. Unantropomorph
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.