DESECRESY – Unveil in the Abyss

Pubblicato il 17/04/2022 da
voto
6.0
  • Band: DESECRESY
  • Durata: 00:42:48
  • Disponibile dal: 19/04/2022
  • Etichetta:
  • Xtreem Music

Spotify non ancora disponibile

Apple Music non ancora disponibile

Varietà e sperimentazione non sono mai stati i punti focali dell’universo sonoro dei Desecresy. Da oltre un decennio, il progetto finnico – prima un duo, dal 2017 un one-man show tenuto dal cantante/polistrumentista Tommi Grönqvist – si aggira per una galassia putrescente le cui stelle più luminose rispondono al nome di Rottrevore, Grave, Demigod e Bolt Thrower (presi in vari momenti della loro carriera), per un’odissea tanto duratura, dal momento che con “Unveil in the Abyss” si raggiunge quota sette full-length, quanto immobile da un punto di vista stilistico ed espressivo. Gli ingredienti insomma sono e restano quelli, il modo di condirli e presentarli al pubblico anche (persino l’artwork non si discosta troppo dai precedenti!), ma se gli ultimi “Towards Nebulae” e “The Mortal Horizon” si erano rilevati dei ‘mappazzoni’ di old-school death metal senza capo né coda, va dato atto a Grönqvist di essersi impegnato un po’ più a fondo per questo appuntamento, confezionando un’opera quantomeno decorosa.
Forse per dei tempi di lavorazione più lunghi e ponderati, complice lo zampino della pandemia, i brani scorrono meglio, suonano vagamente più dinamici da un punto di vista ritmico (wow!) e riescono ad azzeccare qualche riff e melodia nel loro incedere greve e catramoso (ri-wow!), per un risultato finale che almeno, se trovato al giusto prezzo nello stand di un festival di genere, un completista con la back patch di “Mental Funeral” potrebbe pensare di acquistare.
Al netto di episodi funzionali come “Cult of Troglodytes” e “Staring of the Infinity”, comunque, l’impressione è che “Unveil…” non potrà rilanciare di molto le quotazioni dei Desecresy nel circuito underground, anche in virtù di un’offerta che nel frattempo è cresciuta a dismisura, offrendo mensilmente dischi ben più mordaci e avvincenti di questo. Cerebral Rot, Corpsessed, Cryptworm e Undergang, volendo fare dei nomi a caso, sono semplicemente su un altro livello di interpretazione e scrittura.

TRACKLIST

  1. Rivers of the Nether Realm
  2. Echo Beyond Time
  3. Cult of Troglodytes
  4. Staring of the Infinity
  5. Cataclysmic Phenomena
  6. Necrolevitation
  7. Dissolve Through Obscure Worlds
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.