DESERTED FEAR – Kingdom of Worms

Pubblicato il 20/10/2014 da
voto
6.0
  • Band: DESERTED FEAR
  • Durata: 00:40:04
  • Disponibile dal: 24/10/2014
  • Etichetta: F.D.A. Rekotz
  • Distributore:

Ci aspettavamo qualcosina in più dai Deserted Fear, autori di un buon debut album un paio di anni fa; non necessariamente un grande passo in avanti, ma almeno un lavoro che si attestasse sui dignitosi livelli del predecessore. “Kingdom of Worms”, invece, non centra completamente il bersaglio: un po’ troppo pulito e innocuo nei suoni e, soprattutto, poco efficace nel riffing, il quale risulta sovente lontano da quel buon mix di impatto ed orecchiabilità che aveva graziato il debutto “My Empire”. Nonostante quindi le influenze e i termini di paragone siano gli stessi di sempre – Hail Of Bullets e Bolt Thrower in particolare – la formula questa volta non convince più di tanto: il lavoro di chitarra appare spesse volte piatto, così come l’ossatura dei pezzi, che di rado presentano cambi di tempo o aperture indovinate. Non vi sono grandi melodie nè riff particolarmente catchy: il disco pare muoversi più o meno sempre nella stessa direzione, senza cambi di ritmo significativi e senza quel brio e quella spontaneità che avevamo riscontrato due anni fa. Di certo la produzione, limpida ma anche inespressiva, non aiuta a far risaltare le buone idee dei ragazzi tedeschi, che si impantanano in una serie di pseudo-uptempo che dicono più o meno tutto dopo il primo minuto. Fanno eccezione canzoni come la title track – abbastanza ficcante all’altezza del ritornello – il midtempo “With Might and Main” e la più articolata “Last of a Fading Kind”, ma il “bello” finisce lì. Di certo il resto dell’album non è uno strazio, tuttavia basta paragonare gli sforzi dei Deserted Fear con quelli di altre realtà coetanee dedite al vecchio metallo della morte per rendersi conto di come i Nostri siano rimasti un po’ indietro. Idee già finite o semplice blocco dello scrittore? Sarà il prossimo album ad asserirlo. In ogni caso, “Kingdom of Worms” rimedia solo una sufficienza risicatissima, con l’augurio che già da ora il terzetto si rimbocchi le maniche.

TRACKLIST

  1. Intro
  2. Forging Delusions
  3. Kingdom of Worms
  4. Call me your God
  5. Wrath on your Wound
  6. Torn by Hatred
  7. The Agony
  8. With Might and Main
  9. Shattering the Soil
  10. Mortal Reign
  11. Last of a Fading Kind
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.