DEUS OTIOSUS – Godless

Pubblicato il 28/01/2013 da
voto
6.0
  • Band: DEUS OTIOSUS
  • Durata: 00:41:04
  • Disponibile dal: 13/09/2012
  • Etichetta: Deepsend Records
  • Distributore:

Tornano a farsi sentire i Deus Otiosus, dalla Danimarca, dopo il discreto debutto del 2010. Il nuovo album, intitolato “Godless”, conferma e prosegue la direzione intrapresa nel precedente lavoro, ovvero quella in bilico tra old-school death americano e scandinavo (ancora una volta, pezzi come “Snakes Of Low” e “Pest Grave” divertono nella rievocazione contemporanea di “Left Hand Path” e “Altars Of Madness”), pur iniziando a farsi più evidenti certe influenze thrash. Su “Godless” è certamente stato fatto un lavoro più “mirato”, nel senso che si può compiutamente parlare di ibridazione thrash-death, tuttavia questo sforzo deve aver assorbito più energie del dovuto e lasciato il songwriting un po’ a desiderare: nonostante pezzi come “In Harms Way” o “Surrounded By The Dead” mettano in mostra riff efficaci, soffrono ad esempio di una certa ripetitività delle strutture, con l’effetto di limitare la dinamica che canzoni di questo tipo dovrebbero mostrare. Ad onor del vero, non mancano nemmeno pezzi di maggior tiro e capaci di suscitare interesse, come “Cast From Heaven”, dove l’esperimento di ampliare un po’ riesce meglio e dove si scorgono alternanze valide tra momenti thrash e accelerazioni fulminanti, oliando il tutto con un approccio melodico tale da restituire, invece, la dinamica. Altro esperimento andato a buon fine è quello nell’ultima traccia, “Death Dance”, cui il gruppo riesce ad imprimere un certo carattere atmosferico grazie ad un bel riff sabbathiano, nel senso di “doom quasi blues”. In base a tali considerazioni, siamo sostanzialmente dell’idea che questo disco rappresenti una sorta di “cantiere aperto”, vista l’impressione di “lavori in corso” che lascia dopo un po’ d’ascolti: non necessariamente negativa, ma da verificare in base agli effetti che sortirà nel lungo periodo. Come usciranno i Deus Otiosus da questo momento transitorio possono saperlo solo loro, quindi continuiamo ad attendere, pur “infliggendo” qualche penalità in termini di valutazione complessiva finale.

TRACKLIST

  1. Snakes Of The Low
  2. In Harm's Way
  3. New Dawn
  4. Pest Grave
  5. Surrounded By The Dead
  6. Cast From Heaven
  7. Face The Enemy
  8. Death Dance
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.