DEVANGELIC – Ersetu

Pubblicato il 12/05/2020 da
voto
7.5
  • Band: DEVANGELIC
  • Durata: 00:31:48
  • Disponibile dal: 15/05/2020
  • Etichetta: Willowtip Records
  • Distributore:

Spotify:

Apple Music:

Tre anni. Ogni volta è questo il lasso di tempo che occorre ai Devangelic per promuovere un album e confezionare con la dovuta calma e attenzione il successivo. Una politica volta anzitutto a migliorarsi e a mettere a frutto il bagaglio di esperienze acquisito nel frattempo, che non a caso sta rendendo protagonista la formazione capitolina di un lento ma inesorabile percorso di crescita. Dallo sfoggio di sonorità barbare e gutturali di “Resurrection Denied” si è passati all’affinamento tecnico di “Phlegethon”, per arrivare oggi a quella che – come da tradizione del terzo disco – risulta essere la loro opera più matura e curata, la quale viene giust’appunto licenziata dall’affidabile Willowtip.
Certo, un orecchio disattento o poco avvezzo alla frenesia della scuola death metal a stelle e strisce potrebbe non rendersi conto dei passi in avanti compiuti dal quartetto, ma chi ha un minimo di familiarità con il genere e con la passata produzione riconoscerà la natura di “Ersetu” nel giro di pochi minuti, con una “Swarm of Serpents” che, fin dall’incipit a base di arpeggi dal sapore mediorientale, risulta essere una valida portavoce del prosieguo della tracklist.
Sposando come sempre registri ‘brutal’, Mario Di Giambattista e compagni affinano la loro proposta e la ammantano di influssi mediamente più snelli e tradizionali, collocabili fra i Morbid Angel di “Formulas Fatal to the Flesh” e i Nile dell’era Relapse, per una mezz’ora di musica dalla ferocia e dall’intensità pressoché palpabili. Diminuisce il numero di riff e cambi di tempo, si flirta maggiormente con la forma canzone e, di conseguenza, il primo a godere di queste scelte stilistiche è l’impatto sprigionato dai singoli episodi, a loro volta disseminati di finezze inedite e di passaggi mai così ‘dritti’ e accattivanti.
Nel complesso, continua a farsi sentire la mancanza di rallentamenti degni di questo nome, di midtempo utili a conferire varietà e profondità al lotto, ma si tratta di un passaggio ormai nell’aria che potrebbe concretizzarsi già nella prossima release. Con brani del calibro di “Eyes of Abzu”, “Embalmed in Visceral Fluids” e “Throne of Larvae”, cui si aggiunge una veste sonora e grafica di primo livello, “Ersetu” lancia finalmente i Devangelic oltre i confini dell’underground più oltranzista facendoli atterrare sul medesimo terreno di gioco degli amici/colleghi Antropofagus. Death metal che vive sia di vecchia che di nuova scuola per annientarci a colpi di blast-beat e chitarre galoppanti.

TRACKLIST

  1. Swarm of Serpents
  2. Upon the Wrath of Divinities
  3. Eyes of Abzu
  4. Subterranean Revelations
  5. Embalmed in Visceral Fluids
  6. Throne of Larvae
  7. Vomiting the Infected
  8. Sigils of Fallen Abominations
  9. Cryptic Resurrection
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.