DIRTY SANCHEZ – Madness

Pubblicato il 22/09/2015 da
voto
6.5
  • Band: DIRTY SANCHEZ
  • Durata: 00:20:19
  • Disponibile dal: 12/06/2015

Spotify non ancora disponibile

Apple Music non ancora disponibile

Non fatevi ingannare dal monicker (peraltro iper-inflazionato, oltre che ispirato ad una pratica sessuale ‘estrema’ di dubbio gusto…) o dalla copertina messicana: i Dirty Sanchez sono italianissimi (di Finale Emilia, per la precisione) e, nonostante siano musicalmente nati nel 2010 e consolidati nel 2014, si ispirano a quelle sonorità in voga 10-15 anni prima, ovvero un nu-metal ‘old-school’, nel caso specifico con cantato rappato in lingua madre e scratch a go-go. Come confermato dalla biografia, è facile cogliere nel flaw del singer Franceso ‘Faro’ Farioli riferimenti alla scena rap tricolore (Sangue Misto, Colle der fomento), così come il lavoro selvaggio ai piatti di DJBULL01 rimanda ai grandi protagonisti del genere, da DJ Lethal ai DJ kamikaze degli (HED) PE. Di contro, a livello ritmico, la chitarra di Alessando “Grillo” Grillenzoni e la sezione ritmica di Fabrizio “Biccio” Benatti (basso) e Marco “Sanchez” Dal Pan (batteria) rimandano ai primissimi Deftones e Disturbed. L’insieme, al netto della produzione non esattamente boombastica, non sempre risulta perfettamente amalgamato, ma non mancano momenti interessanti, come il refrain di “Una Notte Di Mazzate” o i più riusciti passaggi in inglese di “Shane” e “Vicious Circle”. Nel complesso, “Madness” si rivela un esordio ancora acerbo sotto alcuni punti di vista, ma comunque apprezzabile per l’attitudine e la dedizione ad un genere – se pur con qualche lodevole eccezione, come i lombardi Kuadra o i capitolini Palkosceniko Al Neon – relativamente trascurato nello Stivale.

TRACKLIST

  1. Anxiety
  2. Le Risorse
  3. Shane
  4. Una notte di Mazzate
  5. Vicious Circle
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.