DISCORDANCE – Unborn Disease

Pubblicato il 17/01/2010 da
voto
6.5
  • Band: DISCORDANCE
  • Durata: 00:20:45
  • Disponibile dal: //2009
  • Etichetta:
  • Distributore:

“Unborn Disease” rappresenta il primo vagito discografico per i Discordance, death metal combo proveniente da Ferrara. I nostri, attivi dal 2007 ed attualmente senza bassista, vanno a ricoprire quella nicchia sonora dove il death più oltranzista e brutale dei Suffocation incontra la tecnica degli Origin e il nervosismo ritmico dei Cephalic Carnage. Brutal death tecnico e veloce quindi, senza nessuna concessione melodica e catchy, nato con il solo scopo di far male all’ascoltatore. Sin dai primi ascolti ci si rende conto che, pur sapendoci decisamente fare, ai Discordance manca ancora quella scafatezza che avrebbe permesso al songwriting di essere più ficcante e meno banale ed appiattito su strutture predefinite. Come dichiarato dalla band stessa, vi sono delle chiare differenze tra “Severing The Veins Of Iniquity” e “By The River Of Dissection” ed il resto delle composizioni; i due brani citati, nati in differenti sessioni di scrittura, sono più semplici e death-oriented rispetto agli altri tre, oltre che decisamente meno riusciti. Le altre canzoni invece denotano una maggiore varietà ritmica ed un lavoro di ricerca sul riffing più accurato, quindi ci auguriamo che sia quest’ultima la strada che la band vorrà seguire per il futuro. Per ora i Discordance rimangono un gruppo come tanti altri, ma, grazie anche ad una tecnica sicuramente superiore alla media, si intravedono margini di miglioramento assai elevati. Del resto anche gli Origin prima di pubblicare “Antithesis” hanno rilasciato del materiale piuttosto dozzinale, quindi attendiamo fiduciosi i romagnoli alla prova sulla lunga distanza che, speriamo, non tarderà ad arrivare.

TRACKLIST

  1. Severing The Veins Of Iniquity
  2. Anecdoten Of Voracity
  3. By The Riven Of Dissection
  4. Exceptionally Bilocated
  5. Multiple Orgasm
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.