DISGRACE – True Enemy

Pubblicato il 14/03/2015 da
voto
7.0
  • Band: DISGRACE
  • Durata: 00:32:00
  • Disponibile dal: 24/03/2015
  • Etichetta: Closed Casket Activities
  • Distributore:

In California si sta sviluppando una scena metal-core piuttosto peculiare negli ultimi tempi. Gruppi aggressivi ma comunque patinati come Bleeding Through o As I lay Dying hanno cessato di essere un punto di riferimento per i musicisti locali già da qualche anno: oggi la regola per le formazioni di quest’area della west coast pare essere invece una ricerca più assidua e concreta della brutalità, innescata da ascolti che spaziano senza soluzione di continuità dall’hardcore-metal più intransigente dei tardi anni Novanta al death metal o al grindcore vecchia scuola. Dopo Nails, Xibalba, Early Graves e Skinfather, accogliamo i qui presenti Disgrace, quartetto guidato dal frontman e produttore Taylor Young, già batterista dei succitati Nails. La copertina disegnata da Dan Seagrave offre subito qualche indizio sull’attitudine old school dei ragazzi, ma il quadro completo della situazione lo si ha ovviamente quando partono le prime note del platter. “True Enemy” è metal-core nel senso originario del termine: un suono composto in egual misura da elementi di vero hardcore e metal. Parliamo tanto di Merauder e All Out War quanto di primi Sepultura e Bolt Thrower, con una miriade di tocchi e sfumature aggiuntivi che chiamano in causa altrettante influenze. Più quadrati dei Nails e, al contempo, più tecnici degli Xibalba (giusto per citare le due band più in vista di questo nuovo filone), i Nostri propongono un album le cui tracce sono tanto heavy quanto ricche di riff e di cambi di tempo repentini. Il gruppo – che non procede mai a velocità particolarmente elevate – mette molta carne al fuoco, colpendo favorevolmente per l’estro del lavoro di chitarra e per alcuni passaggi ritmici tutto sommato inaspettati, ma lascia invece un filo a desiderare quando si guarda alla sua capacità di donare ai brani una propria identità o un qualcosa che possa far subito riconoscere questi ultimi all’interno del lotto. “True Enemy” è un blocco appuntito che sa fare il suo dovere quando diviso per singoli episodi, ma che nell’insieme può risultare vagamente caotico. Un po’ come gli Xibalba all’epoca del debut, i Disgrace devono ancora affinare del tutto il loro songwriting: l’idea alla base del sound è encomiabile, ma un filo d’ordine in più nella costruzione dei brani non guasterebbe, anche e soprattutto perchè non si sta parlando di frustate di pochi secondi alla Nails, ma di canzoni che arrivano anche a durare tre minuti abbondanti. Resta comunque forte l’impressione di trovarsi davanti ad una realtà dalle buone potenzialità e che in sede live ha già tutte le carte in regola per fare molto male!

TRACKLIST

  1. True Enemy
  2. No More Fools
  3. Slave To The Lead God
  4. Uncreation
  5. 1000 Voices
  6. Conquered
  7. The Forgotten Land
  8. The Well
  9. Segue
  10. Bootlicker
  11. The Dawn
  12. Conclusion
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.