DIVINER – Realms of Time

Pubblicato il 13/06/2019 da
voto
6.5
  • Band: DIVINER
  • Durata: 00:46:50
  • Disponibile dal: 07/06/2019
  • Etichetta: Ulterium Records
  • Distributore: Audioglobe

Secondo disco per i Diviner: i greci si rimettono in carreggiata con un lavoro, questo “Realms Of Time” che mette subito le cose in chiaro con un sound costruito su riff tritaossa e linee vocali melodiche, per un heavy/power metal compatto e ‘in your face’. Insomma, i quasi quattro anni che sono trascorsi dalla pubblicazione del debutto “Fallen Empires” non hanno intaccato più di tanto la proposta dei Nostri. I dieci pezzi che compongono questo lavoro sono diretti e accompagnati da una produzione potente che va a supportare il muro sonoro creato dalla coppia d’asce formata da George Maroulees e Kostas Fitos, i quali non smettono per un secondo di martellare con le loro chitarre. Lords Of Black, Brainstorm, Sinbreed e Firewind sono i riferimenti precisi per fissare le coordinate stilistiche di “Realms of Time”, disco che sprigiona tutta la propria potenza sconfinando talvolta su lidi thrash, anche grazie al vigore trasmesso da una sessione ritmica, subito determinata sulle note della cazzuta opener “Against The Grain” e nel roccioso uptempo dalle atmosfere cupe “The Earth, The Moon, The Sun”. L’ugola del singer Yiannis Papanikolaou tanto deve ad Hansi Kursch dei maestri teutonici Blind Guardian, ma talvolta mostra un lato più aggressivo. Se in questo vortice metallico i Diviner si muovono con disinvoltura, bisogna però ammettere che è elevato il pericolo di ritrovarsi con un lavoro a tratti poco personale e dinamico. Il quintetto ellenico riesce sì a far sentire il rombo del proprio motore girare a mille sulle note di “Cast Down In Fire” e “The Voice From Within”, ma in generale non è in grado di variare la proposta in maniera convincente ed il rischio è proprio quello di arrivare al termine dell’ascolto senza che alcun passaggio in particolare si sia davvero fissato in testa. Solamente “Stargate” nel finale riesce a distinguersi nettamente dal resto della tracklist, alternando momenti acustici a parti heavy e mostrando sonorità progressive e malinconiche. “Realms of Time” è un più che discreto esempio di heavy/power dalle forti influenze thrash, un lavoro che fila via dritto per la propria strada senza mai girarsi attorno, portandosi dietro una forte sensazione che i Diviner potrebbero fare di meglio se solo provassero ad aprire maggiormente i propri orizzonti.

TRACKLIST

  1. Against The Grain
  2. Heaven Falls
  3. Set Me Free
  4. The Earth, The Moon, The Sun
  5. Cast Down In Fire
  6. Beyond The Border
  7. King Of Masquerade
  8. Time
  9. The Voice From Within
  10. Stargate
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.