DOKKEN – Hell To Pay

Pubblicato il 01/07/2004 da
voto
6.0
  • Band: DOKKEN
  • Durata: 00:48:17
  • Disponibile dal: 01/07/2004
  • Etichetta: Sanctuary Records
  • Distributore: Edel

Ricordo ancora le parole del lunatico Don Dokken in seguito al flop commercial di “Long Way Home”, l’ultima fatica dell’hard rock band americana penalizzata innanzitutto da brani inconcludenti e poco ispirati e snobbata in secondo luogo dalla propria record label in termini di advertising e reperibilità. Il singer dichiarò di voler tornare alla ribalta con un nuovo e frizzante album in Dokken style, ma a conti fatti nulla di tutto ciò è avvenuto. Non lasciamoci ingannare dalla strabiliante cover che per un momento ci riporta alla mente le vecchie release degli anni ottanta, “Hell To Pay” prosegue sulla strada di “Long Way Home” ed i brani portano avanti quelle componenti oscure e personali che ultimamente sembrano tanto piacere a Don. Non mancano tuttavia alcune chicche di puro hard rock come la veloce “Don’t Bring Me Down”, dove lo stile richiama il periodo d’oro della band, ma il cantato di Don ci ricorda che gli anni passano anche per le rockstar, e “Better Of Before”, song quadrata su cui si stagliano potenti riffs di chitarra. A proposito di sei corde, il “nuovo” chitarrista Jon Levin (Warlock, Doro) è autore di una performance impeccabile soprattutto solisticamente parlando: questo talentuoso avvocato (è la sua professione principale) non cerca di imitare i suoi predecessori Lynch e Norum, ma adatta in modo ottimale la propria personalità allo stile dei Dokken. Ciò che invece non convince è innanzitutto l’altalenante prestazione di Don ai microfoni ed un songwriting che, fatta eccezione di alcuni singoli episodi, non si dimostra all’altezza di una band dall’invidiabile curriculum dei Dokken. In sintesi, bene l’intento di non auto-riciclarsi, ma c’è ancora tanto lavoro per amalgamare a dovere sonorità moderne e old school hard rock.

TRACKLIST

  1. The Last Goodbye
  2. Don't Bring Me Down
  3. Escape
  4. Haunted
  5. Prozac Nation
  6. Care for You
  7. Better Off Before
  8. Still I'm Sad
  9. I Surrender
  10. Letter to Home
  11. Can You See
  12. Care for You (Unplugged Version)
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.