DONOTS – The Long Way Home

Pubblicato il 15/08/2011 da
voto
7.5
  • Band: DONOTS
  • Durata: 00:57:48
  • Disponibile dal: 26/03/2011
  • Etichetta: Chorus Of One Records
  • Distributore:

Ne è passata di acqua sotto i ponti – o di birra nei boccali, vista la provenienza dalle lande teutoniche – da quando i Donots se la giocavano alla pari, almeno sul suolo germanico e nipponico, con i grandi nomi del pop-punk e punk-rock quali Blink-182, Green Day, No Use For a Name e Millencolin. Quindici anni e otto album dopo, ritroviamo i nostri con un nuovo disco – “The Long Way Home”, uscito originariamente nel 2010 ed ora ristampato dalla Chorus of One con l’aggiunta di ben sei bonus tracks, tra cui i singoli del precedente “Coma Chamaleon” – a sancire la definitiva maturazione dei cinque tedeschi. Della band scanzonata e cazzona di dieci anni fa resta giusto qualche scoria negli episodi più punk-rock del disco (“High and dry”, “Headphones”, “Make Believe”, “Who You Are”), ma per il resto la pelle dei nostri sembra mutata verso sonorità malinconiche in bilico tra la new-wave, l’indie-rock e il brit pop. Come madeleine di Curiana memoria, canzoni quali “Changes, “Forever Ends Today”, “Hello Knife”, “Stop The Clocks” entrano subito in testa e, quale che sia lo stato d’animo di partenza, stampano un sorriso formato A4; stesso destino per il singolone “Calling” e la marcetta di “Dead Man Walking”, due pezzi in cui emerge tutta la cura riposta dai nostri negli arrangiamenti, ma anche gli episodi più acustici come “Let It Go”, parente stretta di “Iris” dei Goo Goo Dolls, e “The Years Gone By”, ballata acustica dal sapore nostalgico fin dal titolo, mettono in mostra una band ormai matura. Quella stessa maturazione che, in tempi più o meno recenti, ha accompagnato tutte le band citate finora, con risultati però il più delle volte meno brillanti rispetto a quelli raggiunti dal quintetto di Ibbenbüren. Onore quindi ai Donots, oggi più che mai capaci di farci sentire i fuochi d’artificio e le farfalle nello stomaco con la loro musica.

TRACKLIST

  1. Changes
  2. Calling
  3. Forever Ends Today
  4. High And Dry
  5. Let It Go
  6. Dead Man Walking
  7. Make Believe
  8. Who You Are
  9. The Years Gone By
  10. Hello Knife
  11. Parade Of One
  12. Break My Stride
  13. Headphones
  14. Stop The Clocks
  15. The Right Kind Of Wrong
  16. Anything
  17. New Hope For The Dead
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.