DOTMA – Sleep Paralysis

Pubblicato il 23/03/2011 da
voto
5.0
  • Band: DOTMA
  • Durata: 00:51:51
  • Disponibile dal: 22/03/2011
  • Etichetta: Scarlet Records
  • Distributore: Audioglobe

Purtroppo la noia è la prima sensazione che emerge anche dopo ripetuti tentativi dall’ascolto questo “Sleep Paralysis”, primo lavoro dei finlandesi Dotma dopo un paio di promo autoprodotti. Presentatoci in pompa magna da una copertina strepitosa e pubblicato sotto l’ala protettiva della Scarlet, sicuramente ci aspettavamo la new sensation in campo gothic/metal sinfonico, ma purtroppo non è stato così. Il genere è sì quello previsto, ovvero un metal sinfonico dalle influenze gotiche che basa il proprio sound quasi interamente su tastiere ed orchestrazioni, ma siamo sicuramente ben lontani dal poter definire questi Dotma come una ‘new sensation’. Il suono è talmente incentrato sulle tastiere da uscire dalle cuffie in maniera fiacca e spompata, e la produzione non dona incisività alle chitarre, unico elemento che invece è in grado di regalarci qualche momento pregevole qua e là nell’ascolto. Peccato, anche perché lo stile compositivo sarebbe pure abbastanza evoluto e ricco, come il genere proposto in effetti richiede, ma anch’esso risulta alla fine penalizzato da un’eccessiva dipendenza dagli schemi già intessuti da Nightwish (a livello vocale) e dagli Edenbridge (a livello di resa sonora), mancando però dell’esplosività dei primi e di una cantante brava come Sabine Edelsbacher. Fin dall’opener “Legend of Blackbird” l’ascoltatore è ben poco invitato a prestare attenzione al disco e all’impianto strumentale, distratto com’è dai troppo presenti elementi orchestrali e dall’insufficiente brillantezza del suono. Si prosegue poi per quasi tre quarti d’ora aspettando il sussulto, il colpo di scena, quell’elemento decisivo che potrebbe far cambiare le sorti delle canzoni che si stanno ascoltando, ma quasi sempre invano. A parte la carina “Reborn” e la tutto sommato interessante “The Cave”, di spunti questo lavoro ce ne regala davvero pochi. In linea di massima l’album si potrebbe anche salvare, se si considerasse solo la ricchezza del songwriting e la validità delle idee espresse, ma considerati i problemi a livello di sound generale e di resa sonora, e valutata la totale mancanza di impatto che affligge tutte le tracce di questo “Sleep Paralysis”, si arriva ben presto alla conclusione che i danni sono troppo estesi e generalizzati per sperare in una sufficienza. Bocciati, sperando che facciano tesoro delle buone linee compositive per produrre un album più interessante in futuro.

TRACKLIST

  1. Legend Of Blackbird
  2. Reborn
  3. Silent Sunshine
  4. Indian Fall
  5. Whispering
  6. The Cave
  7. Kingdom Of The Sky
  8. Memory Worth Dying For
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.