DRAGONIA – Blood, Will And Soul

Pubblicato il 26/12/2009 da
voto
6.5
  • Band: DRAGONIA
  • Durata: 00:53:16
  • Disponibile dal: //2009
Streaming non ancora disponibile

Non fatevi ingannare dal monicker della band, che potrebbe rimandare ad una formazione di melodic symphonic power italiano: i Dragonia propongono musica che, pur rimanendo entro i confini del classic metal, non ha paura di inserire strutture ed armonie mutuate da altri generi, estremi e non. “Blood, Will And Soul” rappresenta l’esordio discografico dei toscani, che però sono attivi addirittura dal 1996. La maturità del combo ha sicuramente un peso non indifferente a livello di songwriting, dato che spesso e volentieri vengono trascurate soluzioni facili e banali per lasciare spazio a strutture più complesse e ragionate, a tutto vantaggio della longevità del prodotto. Come dicevamo in precedenza, questo primo album dei Dragonia si può tranquillamente catalogare come heavy epic, ma non vanno sottovalutate le varie sovrastrutture prog, death e thrash che i ragazzi utilizano. Il singer Massimo Menichetti (anche chitarrista) arriva anche ad alternare un discreto growling a delle ottime clean vocals, senza dimenticare alcuni passaggi cantati con piglio halfordiano. L’anima progressiva viene a galla soprattutto grazie al lavoro di tastiera di Lorenzo Coppola, a dire il vero fin troppo dipendente dai grandi nomi della scena prog metal. La sezione ritmica riesce tranquillamente a brillare sia quando deve serrare i tempi, sia nei momenti più ariosi, mentre la chitarra da il meglio di sé nei momenti solisti più melodici, mentre dice poco in chiave ritmica. Tra i momenti più interessanti del lavoro citiamo innanzitutto la cupa e meditata “Rise Far Away”, che arriva dopo il veloce trittico di apertura: anche se ci sono degli evidentissimi rimandi ai Dream Theater di “Awake” il risultato finale non è disprezzabile. Segnaliamo poi la complessa “Crying Hero (Winds Of Madness)” e “Ti ucciderò” che, per il cantato in italiano può rimandare agli umbri S.R.L. o addirittura ad una versione metallizzata dei primi Timoria. I rimanenti brani, pur non facendosi disprezzare, fanno poco per essere ricordati, tutti giocati su un’alternanza tra partiture heavy prog ed epic death che alla lunga potrebbe stancare. Discorso a parte merita la conclusiva “Rainbow Of Feelings”, prog ballad molto epica e con un Menichetti che nel finale si erge sugli scudi andando a prendersi note impossibili. Considerato che l’album è autoprodotto diremmo che la resa sonora è decisamente sopra la soglia dell’accettabilità. Forse, dopo tutti gli anni di gavetta passati tra sala prove e concerti, dai Dragonia ci saremmo aspettati qualcosa in più, ma resta il fatto che “Blood, Will And Soul” rimane un album sincero ed a tratti ispirato che piacerà sicuramente più agli amanti della musica epic e prog che non ai deathster. Dategli un ascolto comunque, anche perché il lavoro è stato messo in downlad gratuito sul MySpace della band.

TRACKLIST

  1. My Blood
  2. Gods Wish You To Die
  3. Days Of Sorrow
  4. Rise Far Away
  5. Crying Hero ( Winds Of Madness )
  6. Hate
  7. Dragonia
  8. Forever Night
  9. Ti Ucciderò
  10. Rainbow Of Feelings
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.