DREAM OF ILLUSION – Evolution

Pubblicato il 03/05/2016 da
voto
7.5
  • Band: DREAM OF ILLUSION
  • Durata: 00:33:47
  • Disponibile dal: 01/25/2016
  • Etichetta:
  • Distributore:

Il nostro primo impatto con i Dream Of Illusion fu nel 2011 col loro debutto “Decadence”, un disco di cui non riuscimmo a parlare eccessivamente bene – prese comunque la sufficienza – a causa principalmente di qualche passaggio che non ci convinceva e di una (a tratti) manifesta ingenuità che inficiava l’ascolto, ma che comunque da sola non bastava a nascondere quanto di buono la band aveva da dirci dal punto di vista tecnico e delle melodie. Adesso, a ben cinque anni di distanza, ritroviamo una band con lo stesso nome, (più o meno) lo stesso organico, ma un sound ben diverso, finalmente a fuoco e maturato, che ci apre le porte a un concetto di metal assai diverso, ma sicuramente più gradevole e emozionale rispetto a quanto ascoltammo sul mediocre debutto. Se ai tempi parlammo infatti di un prodotto fondamentalmente heavy con forti radici nella tradizione ottantiana; qui siamo di fronte a un metal moderno dalle forti inflessioni alternative, una sorta di misto tra quanto sentito recentemente dagli A Perfect Day di Cantarelli, dai Labyrinth degli album con Gonella alla chitarra e dai Killing Touch di Luppi. Band tra loro in qualche modo vicine nello stile e negli intenti, accomunate peraltro da militanze comuni dei vari membri e da approcci alla musica heavy non stereotipati, lontani cioè dal classico ‘modello power europeo’ o dall’ancora più inflazionato modello priestiano o maiden-like. Con qualcosa in comune anche con i Secret Sphere dell’ultimo album, impressione probabilmente provocata da una certa simiglianza tra la timbrica dell’ottimo singer Valentini con quella di Michele Luppi, la band veronese ci mette davanti una proposta quindi decisamente ibrida, un misto tra groove moderno, progressive metal, sound alternative e strutture heavy tradizionali, unite in un mix che riesce  a fare dell’originalità un proprio punto di forza ma a rivelarsi al contempo anche perfettamente fruibile e trascinante. Forti dunque sono pezzi come la bella opener “Regrets”, lanciata da una perfetta apertura melodica a livello del ritornello, oppure la melodiosa “The Eyes Enclose”, un altro ottimo esempio di emozione, melodia e potenza fusi assieme. Certo, qualche piccola sbavatura ancora la troviamo, ad esempio a livello del riffing e del fraseggio, che non manifestano per dire la creatività di Cantarelli oppure su alcune parti soliste che mancano per dire della forza comunicativa di Thorsen, ma sono solo piccoli nei. La realtà è che i Dream Of Illusion del 2016 convincono senza lasciare dubbi, meritandosi in pieno il rialzo del voto dal tranquillo 6 di “Decadence” a questo ricco e meritato sette e mezzo. Bravi, questo è il significato di ‘evoluzione’!

TRACKLIST

  1. Intro
  2. Regrets
  3. Evolution
  4. Venom
  5. Light Has Gone
  6. Free To Be Slave
  7. Welcome To New World
  8. The Eyes Enclose
  9. Gatherin’ Shape
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.