DRIVHELL – A Journey As A Life

Pubblicato il 13/08/2010 da
voto
7.0
  • Band: DRIVHELL
  • Durata: 00:54:35
  • Disponibile dal: 06/04/2010
  • Etichetta: Casket Music
  • Distributore:

Con “A Journey As A Life” arriva anche per i Drivhell l’agognato debutto sulla lunga distanza. I due demo sin qui pubblicati dalla band di origine lecchese avevano mostrato ottime cose, e non è dunque una sorpresa vera  e propria constatare l’importante passo in avanti compiuto dal sestetto lombardo attraverso il primo capitolo discografico di carriera. “A Journey As A Life” è un prodotto professionale che gode di un’ottima produzione con tanto di mastering firmato Mika Jussila, presso gli ormai famosi Finnvox Studios di Helsinki, e si aggira su territori prevalentemente progressive metal, rendendo sempre più marginali le influenze power degli esordi. L’amore per gli Angra è ormai circoscritto a qualche passaggio della pimpante “The Uproar Of The World”, mentre ben più visibile appare l’influenza dei Dream Theater, da sempre un punto di riferimento per la band tricolore. I Drivhell dimostrano attraverso queste nove canzoni di possedere una personalità ben distinguibile al di là delle influenze sopra citate e i musicisti in questione, oltre ad una preparazione tecnica di livello, evidenziano una capacità compositiva estremamente valida, creando una sorta di concept album incentrato su “Le Città Invisibili” di Italo Calvino, dalla cui opera vengono narrati durante le canzoni alcuni passaggi significativi. La presenza in formazione di due tastieristi di ruolo si rivela per i Drivhell un’arma a doppio taglio: in alcuni frangenti il sound risulta sin troppo denso e stemperato, ma in compenso ne guadagnano la profondità, l’atmosfera e la varietà stilistica con l’aggiunta di piacevoli sonorità ’70 all’interno delle canzoni. Tra i brani più accattivanti citiamo “My Convinctions”, memorizzabile sin dal primo ascolto grazie a linee melodiche vincenti, la ballata “The Shining Stone”, impreziosita dalla splendida interpretazione vocale del singer Jonathan Spagnuolo, e la conclusiva “Fluttering Hell” che all’interno di una struttura complessa, tipicamente progressiva, racchiude pregevoli spunti tecnico-melodici. “A Journey As A Life” si dimostra un album maturo, consigliato soprattutto agli amanti delle sonorità progressive; il salto di qualità definitivo richiede ai Drivhell qualche aggiustamento nel valorizzare al meglio le parti più aggressive e nel saper trovare linee vocali di maggior incisività, ma nel frattempo godiamoci questo piacevole debutto.

 

TRACKLIST

  1. Pictures On A Score
  2. My Convinctions
  3. A Journey As A Life
  4. The Shining Stone
  5. Haze Of Memories
  6. The Uproar Of The World
  7. …In A Sweet Trap
  8. Dried Branches
  9. Fluttering Hell
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.