DROP OF MADNESS – The Ashes Of The Resurrection

Pubblicato il 02/07/2010 da
voto
4.0
  • Band: DROP OF MADNESS
  • Durata: 00:29:02
  • Disponibile dal: 31/10/2009
  • Etichetta:
  • Distributore:

Streaming:

Giovane band proveniente da Bari al debutto su full-length con questo “The Ashes Of The Resurrection”, dopo un paio di demo datati 2006 e 2007. Il terzetto, per realizzare il proprio debutto, sceglie la strada dell’autoproduzione e visti i risultati non certo esaltanti, a causa di un suono troppo piatto e talvolta fin troppo sporco, ci si chiede perché i Drop Of Madness non abbiano pazientato ancora qualche anno prima di esordire. La risposta potrebbe trovarsi nell’impazienza che distingue sempre i più giovani, la voglia di fare qualcosa e di farlo subito prevale quasi sempre sul buonsenso e si arriva così a fare le cose in maniera avventata e a farle male. Il power metal del trio è molto influenzato da mostri sacri quali Iron Maiden, primissimi Helloween e Gamma Ray, con un tocco di folk music che vorrebbe personalizzare la proposta. Gli otto pezzi che compongono il CD in questione mostrano una tecnica più che suffuciente, ma un songwriting molto approssimativo, un cantato ai limiti del dilettantismo e cori mai all’altezza. Qualche buona idea è riscontrabile in “Vision Of The Prophecy” e in “Fly Over”, ma è sicuramente troppo poco per tenere viva l’attenzione, il cui livello scema dopo le prime due canzoni per sparire del tutto una manciata di minuti dopo e, considerando che l’album dura mezz’ora, la cosa è a dir poco imbarazzante. Spiace stroncare un gruppo di ragazzi entusiasti, ma purtroppo proprio non ci siamo; il consiglio è di suonare tanto ed aspettare ancora un po’ prima di dare un seguito a questo capitolo: con un po’ di esperienza in più e di professionalità si può fare certamente meglio.

TRACKLIST

  1. Eternal's Breath
  2. War Wind
  3. Dark Flames
  4. Warriors Of Light
  5. Vision of the Prophecy
  6. Fly Over
  7. Moonlight
  8. Lord Of Destiny
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.