DUNGORTHEB – Extracting Souls

Pubblicato il 01/11/2014 da
voto
7.0
  • Band: DUNGORTHEB
  • Durata: 00:46:42
  • Disponibile dal: 30/08/2014
  • Etichetta:
  • Great Dane Records

Spotify:

Apple Music:

Ci eravamo occupati dei francesi Dungortheb all’epoca del loro debutto sulla lunga distanza, avvenuto nel lontano 2003 a titolo “Intended To…”: la band suonava come una valida ma merissima copia dei Death epoca “Human”/“Individual Thought Patterns”, ci aveva sollazzato abbastanza ma non troppo e ci sembrava una vaga meteora nel panorama death metal di allora. Figuriamoci oggi, in una scena più che mai interessante e resa ancor più vivida dal recente ritorno in pista dei Carcass e da quello attualissimo degli At The Gates, quale razza di concorrenza si possono trovare di fronte i nostri cuginetti con la erre moscia! I Dungortheb, comunque, nonostante non siano il prototipo ideale della band prolifica, non sono mai spariti del tutto e tornano alla carica per la terza volta in undici anni, dopo il passato inosservato “Waiting For Silence” del 2008: il presente si chiama “Extracting Souls” e ci mostra una formazione che si è allontanata piuttosto decisamente dall’ingombrantissimo e imbarazzante paragone con i Death, per abbracciare invece un death metal molto più sui generis e modernizzato grazie ad intrusioni groovy, tirate di chiaro stampo europeo (chi ha detto ‘Goteborg’, là, fra di voi che state leggendo?) ed una varietà compositiva che è andata ampliandosi fino a sfociare nel thrash-death più classicamente democratico. Il vocione di Grégory ‘Pass’ Valentin, che nel frattempo ha abbandonato il basso lasciandolo fra le braccia di Samuel Baudoin, non si schioda un millimetro in tutta la tracklist dal proprio growl strozzato e poco profondo, denotando una sorta di monotonia vocale che, a lungo andare, non giova troppo al platter, sorretto e ben presentato invece dal riffing cangiante della coppia di chitarristi Durin/Pierrat; molto piacevoli e di gusto, inoltre, gli assoli azzeccati del primo dei due, a testimonianza che l’eredità del Chuck metallico per eccellenza è sempre lì, vigile e desiderosa di mettersi in evidenza. “Extracting Souls” è prodotto con tutti i canoni del death metal odierno, quello che cerca la potenza e la pulizia, che si allontana dall’underground ma che tutto sommato riesce ancora a fare del male auditivo. Tra i brani di spicco vi segnaliamo quasi tutta la seconda parte di disco, con lodi assegnate a “From Memories To Silence”, “Impact” e “When I Believe I Live”. Un buon lavoro, in definitiva, per i Dungortheb, consigliato magari a chi non apprezza i rigurgiti troppo melmosi dell’underground oppure, all’opposto, alcune sdolcinerie facilmente ascoltabili oggigiorno anche in campo estremo. Solido e rassicurante.

TRACKLIST

  1. Intro
  2. Inside
  3. A Red Night
  4. Behind Your Everlids
  5. 6:43
  6. Sad War
  7. Impact
  8. When I Believe I Live
  9. From Memories To Silence
  10. Heaven Can Hate
  11. Outside
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.