ECHOES OF ETERNITY – As Shadows Burn

Pubblicato il 16/11/2009 da
voto
6.5
  • Band: ECHOES OF ETERNITY
  • Durata: 00:39:59
  • Disponibile dal: 25/09/2009
  • Etichetta: Massacre Records
  • Distributore: Audioglobe

Streaming:

Autori di un ottimo album di debutto due anni fa, quel “The Forgotten Goddess” che aveva convinto molti sulla validità della band e infilato la cantante Francine Boucher tra i sogni proibiti di ogni metallaro, e provenienti dalla soleggiata Los Angeles, gli Echoes Of Eternity si definiscono progressive/thrash/metal. Lungi da noi saperne di più del gruppo stesso, ma se dovessimo giudicare solamente dalla musica contenuta nel nuovo “As Shadows Burn”, sarebbe difficile parlare di thrash, ed il progressive sarebbe abbastanza discutibile, a seconda di come lo si intenda. Il disco è infatti un compendio serratissimo di death edulcorato dalla voce di Francine, piena e molto ipnotica, che a tratti precipita nelle profondità abissali del doom inglese di dieci e più anni fa mentre in altri si fa avvolgere dalle fredde nebbie svedesi. Una grande produzione, in cui forse solo il basso non ha il giusto peso, mette in mostra le buone capacità strumentali del collettivo, ora con un secondo chitarrista in pianta stabile, e ci regala una onnipresente cassa che picchia durissimo. Quello che però non convince appieno è la troppa uniformità di tempo e schema: malgrado si passi con un crescendo artistico dalla stringatezza ed essenzialità compositiva della iniziali “Ten Of Swords”, “A Veiled Horizon” e “Memories Of Blood And Gold” alle più originali e raffinate costruzioni per esempio di “Buried Beneath A Thousand Dreams” e “Funeral In The Sky”, scarso è il cambio d’atmosfera che si percepisce, essendo le uniche vere boccate d’aria diversa la parte finale arpeggiata di “Descent Of A Blackened Soul” ed i rallentamenti della citata “Funeral In The Sky”. Sarà forse svanita una percentuale dell’effetto sorpresa di “The Forgotten Goddess” o sarà mancata un pizzico della fantasia che lo contraddistingueva, ma il nuovo parto non è riuscito completamente e malgrado non si possa assolutamente parlare di disco mal riuscito, i nostri non riescono a confermarsi ai livelli di eccellenza che avevano saputo toccare. Certo che poi, se diamo un’altra occhiata alla bella Francine, riusciamo pure a passarci sopra…

TRACKLIST

  1. Ten Of Swords
  2. A Veiled Horizon
  3. Memories Of Blood And Gold
  4. Descent Of A Blackened Soul
  5. The Scarlet Embrace
  6. Twilight Fires
  7. Buried Beneath A Thousand Dreams
  8. Letalis Deus
  9. Funeral In The Sky
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.