EDENBRIDGE – My Earth Dream

Pubblicato il 27/04/2008 da
voto
6.5
  • Band: EDENBRIDGE
  • Durata: 00:52:40
  • Disponibile dal: 28/04/2008
  • Etichetta: Napalm Records
  • Distributore: Audioglobe

Sesto full length per la symphonic metal band austriaca degli Edenbridge, la cui proposta non si discosta di molto dalle altre band del genere; un vero peccato perché questo combo è in possesso di notevoli capacità che vengono puntalmente disattese ad ogni release. Sia chiaro, questo ‘My Earth Dream’ risulta essere un lavoro più che sufficiente, ma è lecito aspettarsi molto di più dalla band: infatti in questa release si notano alcuni esperimenti intrapresi al fine di variare un genere senza ombra di dubbio altamente inflazionato, ma l’esperimento risulta essere riuscito a metà. Non c’è che dire, bravissima la singer Sabine Edelsbacher, ottimi i musicisti che l’accompagnano, ma le incongruenze all’interno dell’album vengono a galla: infatti nel tentativo di rinnovare la proposta, gli Edenbridge cadono nella tentazione di proporre arrangiamenti sinfonici alquanto pesanti che concorrono nel rovinare quelle parti strumentali che ben si sposano con la ventata di freschezza che la band ha tentato di inserire nella proposta. Troppo spesso poi la potenza dei riff e della batteria vengono smorzate dall’uso a volte esagerato delle tastiere: quasi due anime che se prese singolarmente risultano piacevoli, ma che se unite non riescono a coniugarsi nel migliore dei modi risultando fuori luogo; a conferma di tutto questo, quasi una summa dell’album, troviamo la title track che conclude l’album: dodici minuti che potevano essere il fiore all’occhiello della release, ma che invece confermano la disomogeneità di cui sopra. Un vero peccato perché dal combo austriaco ci si poteva aspettare un lavoro diverso, più maturo; certo, i patiti del genere non potranno esimersi dall’ascoltarlo, ed in effetti se ci si limita ad un ascolto superficiale la valutazione non può che essere più che positiva, ma al sesto lavoro da studio è doveroso chiedere qualcosa in più, quel salto che può far fare la differenza. In sostanza una release piacevole, ma che non regala nulla di nuovo al genere.

TRACKLIST

  1. The Force Within
  2. Shadowplay
  3. Remember Me
  4. Adamantine
  5. Paramount
  6. Whale Rider
  7. Undying Devotion
  8. Fallen From Grace
  9. Place Of Higher Power
  10. My Earth Dream
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.