ELDERBLOOD – Son Of The Morning

Pubblicato il 10/04/2014 da
voto
7.0
  • Band: ELDERBLOOD
  • Durata: 01:06:11
  • Disponibile dal: 25/06/2013
  • Etichetta: Paragon Records
  • Distributore:

Streaming:

Venti di guerra dall’Ucraina accompagnati dalla musica distruttiva del black metal. Gli Elderblood sono un gruppo davvero sorprendente e precoce, capace di rilasciare un album di tutto rispetto come “Son Of Morning”. Questi ucraini debuttanti, prima d’ora non avevano registrato nemmeno un demo ufficiale e vantano nella line up il batterista Odalv, ex Nokturnal Mortum (nei quali militò dal 2003 al 2009 registrando il bellissimo EP “The Taste Of Vicotry”) e Runes Of Dianceht. Sulle indubbie doti ritmiche del proprio batterista, gli Elderblood costruiscono il proprio sound potente, maestoso, sinfonico ed oscuro. Non è così facile quanto possa sembrare riuscire a realizzare un album con una produzione così ottimale in Ucraina, ma gli Elderblood sono una band già matura sotto tutti i punti di vista. Il riferimento indiscutibile degli Elderblood sono i Dimmu Borgir del periodo “Spiritual Black Dimensions”, ma in più di un’occasione riescono a riportare alla mente alcune atmosfere che ricordano i Borknagar, persino quelli del periodo “Empiricism”. Ci sono un paio di brani, come “Dies Irae” e “Naglfar”, che sono sopra alla media attuale dei pochi gruppi di symphonic black metal rimasti in vita. Sembra di fare un tuffo nel passato di una quindicina d’anni: violenza e grandi atmosfere si combinano alla perfezione sopra ad un black metal veloce e potente grazie a ritmiche figlie anche del death metal. Il sound devastante e l’intensità annichilente di “Son Of The Morning” avvicinano l’album a quanto fatto dai Keep Of Kalessin su “Armada”. C’è poco altro da raccontare su una release che riassume al meglio il black metal sinfonico di “seconda generazione” (quello figlio di “Enthroned Darkness Triumphant” dei Dimmu Borgir tanto per capirci) e cerca di riportarne in vita gli antichi splendori. Impresa ardua, ma da incoraggiare. Al momento gli Elderblood sono dei bravissimi interpreti del black metal sinfonico più classico, attendiamo che si trasformino in veri e propri artisti del genere, capaci di creare oltre che di riprodurre soltanto. Gruppo molto promettente.

TRACKLIST

  1. Gates To Oblivion
  2. Dies Irae
  3. Manifestation Ov The Dark Essence
  4. Son Of The Morning
  5. My Death
  6. Triumph Of The Beast
  7. The XI-th Angle
  8. Naglfar
  9. Re-Birth
  10. Dreamless
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.