ELECTRIC MARY – Mother

Pubblicato il 26/02/2019 da
voto
8.0
  • Band: ELECTRIC MARY
  • Durata: 00:34:39
  • Disponibile dal: 15/02/2019
  • Etichetta: Listenable Records
  • Distributore: Audioglobe

In ambito classic ed hard rock, nonostante le numerose uscite che ogni mese non mancano di attirare l’attenzione, pochissimi nomi in realtà hanno veramente qualcosa da dire. E’ difficile emozionarsi con qualcosa di nuovo, spesso e volentieri si finisce per accontentarsi di trovare una band, giovane o meno, che sappia suonare bene, magari imitando i grandi nomi del passato. Gli Electric Mary sono un caso a parte, perché se è vero che nemmeno hanno inventato l’acqua calda, dobbiamo dare atto a questi musicisti australiani di avere il rock nel sangue e di suonare con una marcia in più rispetto a gran parte dei loro colleghi. La formazione proveniente da Melbourne non si può definire alle prime armi, negli anni infatti sono usciti diversi tra cd ed EP, a cui è sempre seguita un’intensa attività live. Il nuovo “Mother” si può tranquillamente definire una bomba ad orologeria, pronta ad esplodere non appena verrà premuto il tasto play del lettore cd. “Gimme Love” parte in quarta con un sound elettrizzante, che ci ricorda i The Temperance Movement più coriacei e rabbiosi, soprattutto per la voce graffiante di Rusty Brown, a cui vanno aggiunte parti soliste di chitarra dedite alla vecchia scuola rock inglese. Il Regno Unito è fonte di grande ispirazione per gli Electric Mary, che con “How Do You Do It” ci sparano in faccia un pezzo costruito su ritmiche e riff prese in prestito nemmeno troppo velatamente ai Led Zeppelin. “Sorry Baby” invece sembra scritta per strizzare l’occhio alle radio, grazie alle sue melodie semplici, ma efficaci che entrano in testa sin dal primo ascolto. A rendere un po’ più dinamico ed imprevedibile “Mother”, ci pensa “Long Long Day”, che rallenta bruscamente la velocità per lasciare spazio ad atmosfere più calme ed introspettive, almeno prima dell’esplosione finale. “Woman” chiude l’ascolto citando nuovamente Jimmy Page e compagni, in poco più di due minuti e mezzo gli Electric Mary ci pettinano con l’ultima devastante scarica di adrenalina. Come accennato precedentemente, i nuovi brani non sono di certo innovativi, eppure la maestria ed il groove che questi australiani riescono a sprigionare sono incontenibili. Un grande ritorno che, ci auguriamo, porterà gloria ad una formazione che continua a lavorare duramente. “Mother” è uno di quei dischi da comprare a scatola chiusa, soddisfatti o rimborsati.

TRACKLIST

  1. Gimme love
  2. Hold onto what you got
  3. How do you do it
  4. Sorry Baby
  5. The way you make me feel
  6. It's alright
  7. Long long day
  8. Woman
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.