ELEGY – Principles Of Pain

Pubblicato il 13/05/2002 da
voto
7.5
  • Band: ELEGY
  • Durata:
  • Disponibile dal: //2002
  • Etichetta:
  • Distributore:

Ne è passato ormai di tempo dagli Elegy diretti e metallici di “Lost” e “Supremacy”, oggi la band è in mano alle “new entry” Ian Parry e Patrick Rondat che, dal loro ingresso nella formazione, hanno ridefinito, ritoccato ed evoluto il sound della band. Dopo l’apprezzato “Forbidden Fruit”, gli Elegy tornano nei negozi con questo “Priciples Of Pain”, esuberante masterpiece di heavy/progressive dove la velocità cede il passo ai potenti mid tempos ed a brani dalla complessa struttura progressive. Come per gli ultimi lavori della band, la prestazione di Ian Perry dietro ai microdofni è magistrale, il suo timbro e la sua aggressività più volte mi riportano alla mente il cantato di Ronnie James Dio, ed il virtuoso Patrick Rondat riesce come sempre a conferire la sua classe e la sua personalità ai brani diretti e meno diretti. Da segnalare la dinamica “Walking Nightmares”, song dinamica e coinvolgente dalle grintose parti di basso e dalla struttura che alterna momenti tecnici ad un furioso cantato, preceduta da “No Code No Honour”, pezzo più spedito e grintoso che quasi invade i confini del power. Sicuramente anche i nostalgici dei primi Elegy non potranno fare a meno che apprezzare il nuovo corso stilistico di questa band che, nel bene o nel male, ha saputo rinnovare il proprio sound, già vicente, in un qualcosa di diverso ma altrettanto valido. La personalità di questa band è forte, tanto forte da averle fruttato una posizione d’elite nella scena metal (progressive e non) mondiale. Da avere!

TRACKLIST

  1. Under My Skin
  2. The Inner Room
  3. No Code No Honour
  4. Walking Nightmare
  5. Pilgrims Parade
  6. Principles Of Pain
  7. Creatures of the habit
  8. Silence In The Wind
  9. Hypothesis
  10. Missing Persons
  11. A Childs Breath
  12. Silence In The Wind (Bonus Acoustic version)
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.