ELIS – God’s Silence Devil’s Temptation

Pubblicato il 07/01/2004 da
voto
7.0
  • Band: ELIS
  • Durata: 00:52:39
  • Disponibile dal: 14/10/2003
  • Etichetta: Napalm Records
  • Distributore: Audioglobe

Ogni tanto è bello constatare che da paesi marginali nella scena metal come il Lichtenstein emergano delle realtà in grado di competere con gruppi sopravvalutati dalla stampa e dal pubblico metal che propongono sempre la stessa zuppa, pur senza dubbio ben preparata e condita. Ovviamente questi Elis non hanno inventato nulla, ma c’è da ammettere che i brani non sono banali come potremmo supporre ad un primo e distratto ascolto… solo dopo varie e attente analisi ci si accorge come sia vario il background dei componenti, visto che la struttura delle song è imperniata su una base prettamente rockeggiante, rafforzata dalle distorsioni di chitarra di chiara matrice metal, e completate da un buon lavoro alla chitarra solista da parte dei due axeman. Inoltre, sulle composizioni domina la suadente voce della bella Sabine Dunser, che gioca su tonalità medio-alte, evitando l’abuso di fastidiosissimi gorgheggi pseudo eterei che tanta fortuna hanno fatto nella metà degli anni ’90. Si parte con “For Such A Long Time”, un brano decisamente accattivante, dove un azzeccato inserto elettronico lascia spazio a riffoni heavy, doppia cassa, per poi smorzare i toni verso lidi più sinfonici, assolutamente non ridondanti, arrivando a spegnersi nel romantico refrain, dove Sabine preferisce impostare il cantato sulla melodia della canzone, piuttosto di dare una semplice prova delle sue indiscusse capacità. La seguente “Where You Belong”, introdotta da sonorità cupe, ha come punto di forza l’appiccicoso e arioso refrain, che dopo un paio di ascolti si avvinghia ai pensieri e non vuol proprio sapere di uscirne. In “Sie Erfasst Mein Herz”, oltre che per la lingua tedesca, emergono chiaramente le influenze degli ultimi Lacrimosa, e il brano risulta molto piacevole, assestandosi su toni orchestrali e romantici. “Do You Believe” è la track più heavy del disco, e le sue melodie rimandano ai finlandesi Nightwish, anche se come precisato la singer evita inutili virtuosismi con la voce, conferendo al pezzo un mood più duro pur rimanendo marcatamente melodico. Inoltre, sono convinto che la lingua tedesca renda alla grande nel gothic, e “Engel Der Nacht” ne è la prova, arricchita da corpose parti elettroniche, pervasa com’è da un forte mood decadente. Non preoccupatevi, non poteva mancare la ballad, e “Come To Me” è pronta ad entrare nei cuori delle dark lady, grazie alle tristi e sognanti melodie, – grazie a Dio – non troppo zuccherose. I toni si fanno più emozionanti con “God’s Silence”, ed austeri con “Devil’s Temptations”, in cui compare una voce grave a dettare il tempo, che brevemente dialogherà in seguito scambiandosi convenevoli con la frontgirl, per sfociare poi nel ritornello guidato dalla doppia cassa e dalle fughe solistiche di Sabine. Come avete capito il disco è meritevole di ascolto, e di certo non faticherà ad entrare nei cuori dei “metallari romantici”, anche se ci si aspetta un salto di qualità nel prossimo disco sperando che, cercando di personalizzare maggiormente le composizioni, i nostri possano innalzarsi da semplice promessa a gradita conferma. Al momento promossi a pieni voti!

TRACKLIST

  1. Such a long time
  2. Where you belong
  3. Sie erfasst mein Herz
  4. Do you believe
  5. Engel der Nacht
  6. God's Silence
  7. Devil's Temptation
  8. Come to me
  9. My only love
  10. Child
  11. Abendlied
  12. Betrayal (Bonus on Digipack)
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.